Olimpiadi Tokyo 2020, primo caso Covid nel Villaggio Olimpico: 15 i contagi ai Giochi

Mondo
©Ansa

La persona risultata positiva al coronavirus è un funzionario proveniente dall'estero: è stato messo in isolamento in un hotel per 14 giorni. "Non sappiamo se fosse vaccinato o meno", ha ammesso il direttore generale dei Giochi, Toshiro Muto. "Stiamo facendo tutto il possibile per prevenire focolai", ha detto Seiko Hashimoto, direttrice del comitato organizzativo

A sei giorni dall’inizio dei Giochi di Tokyo, nel Villaggio Olimpico è stato rilevato il primo caso di Covid-19. Lo hanno annunciato gli organizzatori, spiegando che si tratta di un funzionario proveniente dall'estero che è stato messo in quarantena in un hotel per 14 giorni. "Stiamo facendo tutto il possibile per prevenire focolai", ha detto Seiko Hashimoto, direttrice del comitato organizzativo delle Olimpiadi (TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE - GLI ATLETI ITALIANI A TOKYO - IL CALENDARIO: DATE E ORARI (ITALIANI) DELLE GARE). In tutto, compreso questo del Villaggio Olimpico, sono 15 i contagi Covid riscontrati a Tokyo tra persone legate in vari modi ai Giochi. Le altre persone sono 7 lavoratori a contratto, sei dipendenti del comitato organizzatore locale e due rappresentanti dei media. Dei positivi, 8 sono arrivati a Tokyo dall'estero da meno di due settimane,  mentre 7 risiedono in Giappone. Non è chiaro se queste persone abbiano avuto accesso al Villaggio Olimpico.

“Non sappiamo se fosse vaccinato”

leggi anche

Olimpiadi 2020, la fiamma olimpica arriva a Tokyo nello stadio vuoto

La positività al Covid del funzionario non è emersa all'arrivo in aeroporto ma al test effettuato all'ingresso del Villaggio ad Harumi. "Non sappiamo se questa persona fosse vaccinata o meno", ha ammesso il direttore generale dei Giochi, Toshiro Muto, il quale ha ricordato che "gli sportivi saranno sottoposti a test quotidiani per il Covid e se qualcuno risulterà positivo sarà posto in isolamento immediato, che abbia avuto o meno contatti". “Se si presenta un focolaio, ci assicuriamo di avere un piano di risposta - ha detto poi ancora Hashimoto - Gli sportivi che si recano in Giappone probabilmente sono molto preoccupati e questa è la ragione per la quale dobbiamo mostrare la massima trasparenza".

A Hiroshima proteste contro il presidente del Cio

leggi anche

Tokyo 2020, le Olimpiadi saranno senza pubblico

Una notizia che potrebbe alimentare ancora di più la contrarietà di chi, in Giappone, non voleva che le Olimpiadi si svolgessero a causa della pandemia e dell’aumento dei contagi. Un malumore dimostrato anche dal fatto che durante la visita a Hiroshima del presidente del Cio, Thomas Bach, sono spuntati cartelli e voci di contestazione. Bach si è augurato che con il passare dei giorni calino i casi e che il governo giapponese e le autorità locali rivedano alcune decisioni, magari permettendo una rappresentanza seppur minima di persone negli impianti dei Giochi, ipotesi comunque poco probabile.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24