Sud Sudan, missionario e vescovo italiano colpito da uomini armati: non è in fin di vita

Mondo
©Ansa

Padre Christian Carlassare, 43 anni, è stato raggiunto da quattro proiettili sparati alle gambe. L’uomo non sarebbe in pericolo di vita ma sarà trasferito nei prossimi giorni a Nairobi per sottoporsi a una trasfusione di sangue. L’agguato, messo in atto da due uomini, sarebbe stato pianificato da tempo per spaventare Carlassare, che a breve avrebbe dovuto essere consacrato nella sede della diocesi di Rumbek. Era stato nominato da Papa Francesco lo scorso 8 marzo

Un missionario italiano, Padre Christian Carlassare, vescovo eletto della diocesi di Rumbek, Sud Sudan, è stato ferito in un agguato. L’uomo, riferisce la fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre, è stato colpito da due uomini armati. Trasportato immediatamente all’ospedale di Juba, al momento le sue condizioni sarebbero stabili. Originario di Schio, provincia di Vicenza, è il più giovane vescovo italiano. Era stato nominato da Papa Francesco l’8 marzo.

Quattro proiettili alle gambe

leggi anche

Perù, missionaria laica italiana uccisa con un'ascia

Ill missionario comboniano - riporta l’agenzia Fides - è stato picchiato insieme alla suora che era con lui al momento dell’aggressione. Gli uomini armati gli hanno poi sparato quattro proiettili alle gambe. Stando alle prime indiscrezioni, l’attentato sarebbe stato pianificato per spaventarlo, in modo che non venga consacrato vescovo. L’uomo 43enne, il più giovane tra i vescovi italiani, non sarebbe in pericolo di vita, ma verrà presto trasferito a Nairobi per sottoporsi a una trasfusione di sangue. Carlassare avrebbe dovuto essere consacrato nei prossimi giorni nella sede della diocesi di Rumbek, dal 2011 sede vacante, dopo la morte di monsignore Cesare Mazzolari.

Missionario Sud Sudan
©Ansa

"Pregate per Rumbek"

“Pregate non tanto per me ma per la gente di Rumbek che soffre più di me”, ha detto il vescovo al sito della Nigrizia, rivista italiana mensile dei missionari comboniani dedicata al continente africano. Il vescovo, riferisce il sito, ha telefonato direttamente alla famiglia per informarla su quanto successo.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24