Giordania, re Abdallah in pubblico con il fratellastro Hamzah

Mondo

Per la prima volta insieme in pubblico dopo la crisi delle settimane scorse. La famiglia ha celebrato i festeggiamenti del centenario della fondazione dello Stato hashemita  

Re Abdallah di Giordania è apparso oggi 11 aprile in pubblico per il centenario della fondazione dello Stato hashemita con il principe Hamzah, dopo la crisi delle settimane scorse. Lo riferisce la Petra. Insieme a loro anche il figlio di Abdallah, principe Hussein, e lo zio Hassan bin Talal.

La pace durante la festa per il centenario della fondazione dello Stato hashemita  

leggi anche

Giordania, il principe Hamzah: "Resterò fedele al re"

L'episodio è avvenuto durante la visita che il Re insieme ai dignitari ha compiuto nei luoghi che hanno visto protagonista la casa reale hashemita nel "processo di fondazione, costruzione e realizzazione" del regno nel 1921. La Giordania festeggia oggi i 100 anni da quando Abdallah I - secondo figlio dello sceicco della Mecca Hussein ibn Alì, che lanciò la Rivolta Araba contro gli Ottomani durante la Prima Guerra Mondiale - divenne emiro della Transgiordania nel 1921 assumendo il potere sotto la protezione britannica. La Giordania è diventata uno Stato indipendente dalla Gran Bretagna nel 1946.

In un messaggio del 7 aprile i primi segnali di disgelo

leggi anche

Giordania, Re Abdallah: "Nessun colpo di stato, la crisi è finita"

Il monarca aveva dato i primi segni sulla fine sulla turbolenta vicenda del fratellastro che ha scosso il regno e la famiglia reale. In un messaggio ai giordani fatto leggere in tv il 7 aprile, re Abdallah  - figlio di re Hussein, come il principe Hamzah - ha infatti rassicurato i propri cittadini specificando che la crisi è passata e che il regno non è mai stato in pericolo. Ma, al tempo stesso, ha ammesso con sincerità quanto il contrasto con Hamzah abbia pesato sulla propria famiglia. "La sfida dei giorni passati - ha detto - non è stata la più difficile né la più pericolosa per la stabilità della nostra patria ma per me la più dolorosa, perché le parti in discordia erano dentro e fuori la nostra stessa casa". 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.