Giordania, Re Abdallah: "Nessun colpo di stato, la crisi è finita"

Mondo

Lo ha detto il monarca in un discorso alla tv riferendosi alla vicenda del fratellastro Hamzah. "La sfida dei giorni passati - ha detto - non è stata la più difficile né la più pericolosa per la stabilità della nostra patria ma per me la più dolorosa, perché le parti in discordia erano dentro e fuori la nostra stessa casa"

Re Abdallah di Giordania ha messo la parola fine sulla turbolenta vicenda del fratellastro, il principe Hamzah, che ha scosso il regno e la famiglia reale. In un messaggio ai giordani trasmesso in tv, il monarca ha rassicurato i propri cittadini che la crisi è passata e che il regno non è mai stato in pericolo.

Dolore e rabbia

approfondimento

Giordania, sventato colpo di Stato contro il re Abdallah II

“Niente può essere paragonato allo shock, al dolore e alla rabbia che ho sentito, come fratello, capo della famiglia hashemita e leader di questo caro popolo. La sfida dei giorni passati - ha detto il Re giordano - non è stata la più difficile né la più pericolosa per la stabilità della nostra patria ma per me la più dolorosa, perché le parti in discordia erano dentro e fuori la nostra stessa casa". "Ho deciso di affrontare la questione del principe Hamzah - ha proseguito Abdallah - nel contesto della famiglia hashemita ed ho affidato la strada a mio zio Talal. Hamzah si è impegnato davanti la famiglia di seguire la strada dei suoi antenati. Ora Hamzah è con la sua famiglia, nel suo palazzo, sotto la mia ala". 

Il complotto del principe Hamzah

approfondimento

Giordania, il principe Hamzah: "Resterò fedele al re"

Re Abdallah II parla per la prima volta al Paese sul complotto orchestrato dal fratellastro, il principe Hamzah. Sabato scorso diverse persone sono state arrestate e al principe è stato ordinato di restare nella propria abitazione. L'emergenza è rientrata lunedì, grazie alla mediazione dello zio Hassan, con la dichiarazione di fedeltà al re Abdallah II firmata da Hamzah. Il destino di quest’ultimo è ancora avvolto nel mistero.  Il re si è limitato a far sapere che si trova sotto "custodia" del sovrano stesso e che è in corso "un'inchiesta" su quanto avvenuto nei giorni scorsi. "Il nostro Paese - ha detto ancora Abdallah - deve affrontare sfide economiche esacerbate dalla pandemia e siamo ben consci del peso e delle difficoltà affrontate dai nostri cittadini. Ma ci misureremo con esse e con le altre sfide, come sempre, uniti".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.