Non solo 2024 e Partito Repubblicano: a Orlando Trump fa (anche) un appello sui vaccini

Mondo

Valentina Clemente

©Getty
ORLANDO, FLORIDA - FEBRUARY 28:  Former President Donald Trump addresses the Conservative Political Action Conference held in the Hyatt Regency on February 28, 2021 in Orlando, Florida. Begun in 1974, CPAC brings together conservative organizations, activists, and world leaders to discuss issues important to them. (Photo by Joe Raedle/Getty Images)

Parlando del vaccino contro il Covid-19 ricevuto da Joe Biden e sottolineando che non è affatto doloroso, ai presenti della Conservative Political Action Conference di Orlando Donald Trump dice: so everybody, go get your shot. Ovvero: andate tutti a vaccinarvi. Un’esortazione che mai il Tycoon aveva fatto prima, soprattutto rivolgendosi ai suoi sostenitori, che ora dovranno seguire il monito di The Donald.

Vittoria alle elezioni di metà mandato e Partito Repubblicano alla Casa Bianca nel 2024 ("chissà con chi?"), lista nera dei suoi nemici all'interno del GOP (nonostante i collaboratori, negli scorsi giorni, gli avessero detto di non fare nomi), focus sulle elezioni truccate del 2020: Donald Trump è tornato a parlare dal vivo e questo è il riassunto. Ma, ai temi esposti in circa 90 minuti di discorso davanti a molti suoi sostenitori presenti alla Conservative Political Action Conference di Orlando parla anche del vaccino contro il Covid e chiede a tutti di andare a vaccinarsi.

 

"L'amministrazione Biden sta attuando il mio piano sui vaccini"

L'amministrazione Biden può vantare una campagna di vaccinazione veloce, ma "ho investito miliardi nei vaccini, con quello di Johnson & Johnson ne abbiamo tre e la produzione è merito mio. Biden sta solo attuando il mio piano".

Le dichiarazioni dell'ex Presidente in merito alla campagna vaccinale negli Stati Uniti non lasciano spazio all'interpretazione: il successo di questa amministrazione, per quanto riguarda i vaccini, è solo merito della precedente, quindi la sua. Ma proprio in questo ambito si nota un elemento che distingue i discorsi del Presidente Donald Trump dalle prime dichiarazioni dal vivo da ex Commander-in-chief: seppur abbassando leggermente la voce e premettendo che la somministrazione non è affatto dolorosa, l'ex Presidente esorta tutti i sostenitori presenti e all'ascolto di andarsi a vaccinare.

 

“So everybody, go get your shot” 

approfondimento

Coronavirus, Trump: accordo con Moderna per 100 milioni dosi vaccino

Un'esortazione che mai Trump aveva fatto prima: un autentico cambio di rotta rispetto al dichiarato scetticismo del Partito Repubblicano relativamente all'efficacia del vaccino, ma anche rispetto a quando Trump - durante la campagna elettorale del 2016 - diceva che i vaccini erano causa dell'autismo. 

Nel 2021, a Orlando, però, chiede ai suoi supporters di sottoporsi alla vaccinazione con l'obiettivo, il prima possibile, di debellare la pandemia, riaprire scuole e tornare alla vita di prima.

"Vi sono mancato?"

approfondimento

"Make America Great Again" si sposta in Florida

Donald Trump è tornato, forte come non mai. E pronto a far capire a tutti che, a partire da questo suo intervento in Florida, non si farà più da parte, per nessuna ragione. Nel suo attesissimo discorso alla Conservative Political Action Conference a Orlando, in Florida, il primo dopo l’addio alla Casa Bianca lo scorso 20 gennaio, Donald Trump ha ricordato che non creerà un suo partito, distinto dal GOP.  Ma ha detto che è "un politico" e potrebbe candidarsi nel 2024, con l'obiettivo di ottenere la "terza vittoria", perché il risultato delle scorse consultazioni è stato truccato. Aggiungendo che le elezioni del 2020 sono state truccate e che "bisogna punire Big Tech e i social media, da Twitter  Facebook, quando silenziano la voce dei conservatori. E se non lo fa il governo federale lo devono fare i singoli stati".

 

Dichiarazioni che vengono fatte in Florida, lo stato dove Trump si è trasferito al termine del suo mandato presidenziale. Ma anche dove si sta, lentamente, ricostruendo il movimento Make America Great Again, "un viaggio iniziato nel 2016 e ben lontano da essere al capolinea", come ha ricordato il Tycoon. E dove potrebbe concretizzarsi il prossimo, possibile ticket presidenziale Trump-DeSantis: il governatore della Florida, infatti, ha posizioni molto simili a quelle di Trump e per affrontare l'emergenza coronavirus ha applicato una ricetta costituita da conservatorismo e pragmatismo. Entrambi provengono dal Sunshine State, sono contrari all'establishment washingtoniano del partito e sono molto amati dagli elettori che hanno in Rush Limbaugh (conduttore radiofonico conservatore e molto vicino a Donald Trump da poco scomparso) un riferimento culturale. It's just a matter of time.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.