Arabia Saudita, attentato a cimitero Gedda contro diplomatico francese

Mondo
Google Maps

Un uomo ha lanciato una granata tra la folla durante la cerimonia del Remembrance Day, che ricorda la fine della Prima Guerra Mondiale. Obiettivo dell'attacco era il console francese Mostafa Mihraje.  Presenti diversi diplomatici Ue, tra cui il console italiano. Diversi feriti

Una granata è esplosa al cimitero per non musulmani a Gedda, in Arabia Saudita, durante una cerimonia per il Remembrance Day che ricorda la fine della Prima Guerra Mondiale. Nell'attentato, che ha preso di mira un diplomatico francese, sono rimaste ferite diverse persone. Il consolato americano a Gedda ha invitato i concittadini residenti nella città saudita a evitare la zona ed esercitare cautela nei luoghi pubblici. 

Ferma condanna da parte della Francia

Obiettivo dell'attacco era il console francese a Gedda, Mostafa Mihraje. Un uomo, affermano le fonti di stampa saudite, ha lanciato una granata all'interno del cimitero. Non sono per ora noti ulteriori dettagli. La Francia ha "condannato fermamente" l'attacco. "La cerimonia annuale che commemora la fine della Prima Guerra Mondiale al cimitero dei non musulmani a Gedda è stata vittima di un attacco con un ordigno esplosivo questa mattina, che ha causato diversi feriti", ha fatto sapere il ministero degli Esteri di Parigi. "La Francia condanna con fermezza questo attacco codardo che non può essere giustificato". 

Alla cerimonia presenti diversi diplomatici Ue, anche console italiano

leggi anche

Vienna, arrestati sei tra i fermati per l’attentato. Silurato capo 007

Oltre al console francese, erano presenti "diversi diplomatici europei", tra cui il console italiano, Stefano Stucci, rimasto illeso. Lo si apprende da fonti della Farnesina. Si tratterebbe del secondo attentato contro interessi francesi a Gedda dopo quello del 29 ottobre contro una guardia in servizio al Consolato, mentre la Francia continua ad essere nel mirino di attentati di integralisti islamici legati alla pubblicazione delle caricature di Maometto su Charlie Hebdo.

L'esplosione subito dopo il discorso del console francese

leggi anche

Terrorismo, intelligence espelle uomo giunto a Lampedusa il 18 ottobre

Secondo una fonte della sicurezza francese, citata dalla radio France Info, questa mattina nel cimitero di Gedda "l'esplosione è avvenuta al termine del discorso del console generale di Francia, prima che fosse deposta la corona" per l'omaggio dell'11 novembre, commemorazione dell'armistizio dell'11 novembre 1918. Stando alla stessa fonte, "un importante dispositivo di sicurezza" era stato disposto al cimitero dalle autorità saudite, per garantire lo svolgimento della cerimonia in presenza di numerosi rappresentanti consolari stranieri. Tuttavia, aggiunge la fonte, "una granata era stata sistemata sul muro di cinta" del cimitero: "sulla parte superiore del muro erano visibili tracce di impatto" dopo l'esplosione, "in un raggio di circa mezzo metro". L'esplosione ha "mandato in pezzi il filo spinato disposto sul muro di cinta"

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.