Forte terremoto tra Grecia e Turchia, scossa di magnitudo 7.0. Morti e feriti

La violenta scossa è stata registrata al largo di Samos. Diversi palazzi distrutti. Persone sotto le macerie. Nella provincia di Smirne sono i feriti superano le 700 unità. Le vittime accertate al momento sono almeno 26. Il presidente turco Erdogan: "Mobilitate tutte le forze". Sull'isola greca di Samos i morti accertati sono due, travolti dal muro di un edificio crollato

1 nuovo post
Un terremoto di magnitudo 7.0 è stato registrato al largo dell'isola greca di Samos, nel Mar Egeo. L'epicentro è stato localizzato a 14 chilometri dalla città costiera di Karlovasi, con ipocentro a 10 chilometri di profondità. Una seconda scossa di assestamento di magnitudo 5.1 è stata registrata nel tardo pomeriggio. Una ventina gli edifici crollati a Smirne (LE FOTO), sulla costa egea della Turchia, dove si contano almeno 26 le vittime, mentre il numero dei feriti è di circa 800. Sull'isola greca di Samos i morti accertati sono due studenti di 15 e 17 anni, rimasti travolti dal muro di un edificio crollato, e si contano anche 8 feriti.  

Tutte le notizie:

  • Secondo l'Osservatorio sismologico greco la scossa è stata avvertita con forza anche sull'isola di Creta e ad Atene, a quasi 300 chilometri di distanza
  • Il premier greco Kyriakos Mitsotakis su Twitter: "Samos ha resistito"
  • Ue: "Pronti a dare sostegno"

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui)
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Questo liveblogging finisce qui, continua a seguire gli aggiornamenti in diretta su Sky TG24

- di Redazione Sky TG24

Per ricevere le notizie di Sky TG24:

  • La newsletter sulle notizie più lette notizie (clicca qui)
  • Le notifiche su Facebook Messenger (clicca qui)
  • Le notizie audio con i titoli del Tg (clicca qui)
- di Redazione Sky TG24

Scuola, domani altra riunione. Iv: chiusura solo con dati certi

Italia viva chiede di non chiudere le scuole se non su dati scientifici certi, le ministre Bonetti e Bellanova - riferiscono fonti di Italia viva - hanno chiesto di conoscere il peso della curva epidemiologica sul trasporto rispetto alla scuola. Domani, secondo quanto si apprende, si riunisce di nuovo la capidelegazione di maggioranza con il premier Conte per capire quali scelte definitive prendere sulla scuola. Iv - secondo quanto si apprende - ha stigmatizzato la scelta di concedere alle regioni di andare avanti  in ordine sparso sulle chiusure scolastiche. 
- di Redazione Sky TG24

Sisma Egeo, sale a 19 il bilancio delle vittime

Sale ad almeno 19 morti il bilancio delle vittime del sisma nell'Egeo, che ha colpito Grecia e Turchia. L'agenzia turca per la gestine delle emergenze e disastri ha registrato 17 morti a Smirne e ha detto che i feriti sono oltre 700, mentre in Grecia le vittime sono due, entrambi adolescenti, che stavano tornando a casa da scuola nell'isola di Samos quando un muro e' crollato loro addosso.
 
- di Redazione Sky TG24

Erdogan ringrazia Atene: 'Vicinanza nelle difficoltà conta'

"Offro le mie condoglianze a tutta la Grecia a nome mio e del popolo turco. Anche la Turchia è pronta ad aiutare la Grecia a curare le proprie ferite. Che due vicini mostrino solidarietà in tempi difficili è più importante di molte cose nella vita". Lo scrive su Twitter il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, esprimendo il suo "grazie" in risposta al messaggio di cordoglio e solidarietà per il sisma nell'Egeo inviatogli sul social network dal premier greco Kyriakos Mitsotakis, con cui ha avuto questo pomeriggio una conversazione telefonica.
- di Redazione Sky TG24

Sisma nell'Egeo, le vittime salgono a 17

Il bilancio delle vittime in Turchia, riporta Reuters, è salito a 17, mentre il numero di feriti è di almeno 709. Le operazioni di ricerca e soccorso continuano dalle 17. Il forte terremoto è stato avvertito sia in Grecia che in Turchia. Due persone sono morte sull'isola greca di Samos.
- di Redazione Sky TG24

Sisma Egeo: 12 vittime in Turchia e 2 in Grecia

La forte scossa di terremoto, di magnitudo 7.0, che ha colpito le profondità del mar Egeo, circa 14 km al largo dell'isola greca di Samos, ha provocato il numero più alto di vittime nella vicina Turchia dove sono morte almeno 12 persone e oltre 520 sono rimaste ferite. Sull'isola greca di Samos i morti accertati sono due studenti di 15 e 17 anni, rimasti travolti dal muro di un edificio crollato, e si contano anche 8 feriti. 
- di Redazione Sky TG24

Sima Egeo, Ingv: zona con tante faglie attive, onde alte

Un terremoto molto forte, seguito da uno tsunami con correnti forti, onde alte un metro e inondazioni che si sono estese per circa 200 metri in città e nelle case: queste le conseguenze del sisma di magnitudo 7.0 avvenuto alle 12.51 italiane con epicentro in mare nel Dodecaneso, a nord dell'isola greca di Samos e vicino alle coste turche. Una zona non nuova a eventi del genere, visto che sono numerose le faglie li' attive. Pochi chilometri più a nord infatti nel 2017 ci fu il terremoto di magnitudo 6.7 che colpi' l'isola greca di Kos e la città turca di Bodrum a luglio, e un mese prima nella provincia di Smirne, città anche oggi duramente danneggiata dal sisma. "E' una zona molto sismica sia sulla costa che in mare, perché ci sono parecchie faglie attive. Il sisma di oggi e' avvenuto su una faglia orientata a est-ovest, ed è dovuto al movimento di estensione della crosta del mar Egeo da nord a sud", spiega il sismologo dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Si tratta di faglie "grandi, lunghe almeno 40 chilometri per 10 chilometri di profondità, che interessano un'area ampia vicino alla costa e l'energia si propaga anche a distanza". In quell'area c'e' il blocco turco-anatolico, che si muove abbastanza rapidamente verso ovest, in direzione dell'Egeo, sotto la spinta dell'Arabia, mentre in tutto l'Egeo, con Creta e le altre isole, ci sono deformazioni con faglie attive, che riaccomodano questi movimenti.
 
- di Redazione Sky TG24

Terremoto nell'Egeo, a Smirne crollati decine di edifici

A pagare il prezzo più alto è stata l'area costiera di Smirne, terza metropoli turca dopo Istanbul e Ankara. Decine sono gli edifici crollati, alcuni dei quali completamente collassati. Sotto le macerie di una ventina di palazzi i soccorritori si sono affannati fino a tarda sera per cercare di estrarre vivi i numerosi dispersi. Una disperata corsa contro il tempo, mentre i feriti chiamavano aiuto a voce o inviando messaggi sui cellulari. Tra le prime a essere salvate, una ragazza emersa in diretta televisiva nazionale da un cumulo di cemento. Le persone soccorse tra le macerie sono in tutto una settantina. Sul posto le autorità hanno inviato decine di ambulanze e mezzi d'emergenza, mentre missioni di solidarietà partivano dal resto del Paese. Forte allarme ha suscitato anche il mini-tsunami, con onde alte un metro, che ha trasformato il distretto costiero di Seferhisar in uno scenario alluvionato. L'allerta maremoto è scattata a pochi minuti dal sisma sia in Turchia che sulle isole greche dell'Egeo, rientrando solo con il passare delle ore. Oltre cento sono state le scosse di assestamento.
- di Redazione Sky TG24

Terremoto nell'Egeo, mini-tsunami e crolli a Smirne

Quando la terra ha cominciato a tremare, nuvole di polvere scura hanno coperto il cielo sopra Smirne, mentre le onde di un mini-tsunami travolgevano negozi e abitazioni sulla costa turca. Una forte scossa di terremoto, di magnitudo 7.0, ha colpito nelle prime ore del pomeriggio le profondità del mar Egeo, circa 14 km al largo dell'isola greca di Samos. Ma e' nella vicina Turchia che si registra il bilancio peggiore, con almeno 12 vittime e oltre 520 feriti, una dozzina gravi, mentre a Samos i morti accertati sono due studenti di 15 e 17 anni, rimasti travolti dal muro di un edificio crollato, e si contano anche 8 feriti. Una scossa tanto potente da essere avvertita fino a Istanbul e Atene. Separate da una manciata di miglia, ma da una lunga distanza geopolitica, Turchia e Grecia si sono trovate nuovamente unite da un disastro naturale, come avvenne con la "diplomazia dei terremoti" che nel 1999 avvicino' improvvisamente i due nemici storici. E anche oggi, dopo essere arrivati nelle ultime settimane alle minacce militari, il dramma condiviso ha rilanciato i contatti ai massimi livelli, con una telefonata di solidarietà e condoglianze tra il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il premier ellenico Kyriakos Mitsotakis.
 
- di Redazione Sky TG24

Sisma Egeo: Farnesina, solidarietà a popoli Grecia e Turchia


"L'Italia esprime la propria vicinanza e solidarietà ai popoli amici di Grecia e Turchia colpiti oggi da un forte terremoto nel mare Egeo. Condoglianze alle famiglie delle vittime e ai loro cari e auguri di pronta guarigione ai feriti". E' quanto si legge su un tweet della Farnesina. 
- di Redazione Sky TG24

Terremoto nell'Egeo, la solidarietà internazionale

La calamità naturale è riuscita a far accantonare per un attimo anche le feroci polemiche che da giorni intercorrono tra Francia e Turchia, nuovamente ai ferri corti per le vignette satiriche su Maometto, oltre a essere su fronti opposti anche in Siria, Libia e Nagorno-Kharabakh, cosi' come nella disputa sul Mediterraneo orientale. Parigi ha espresso "piena solidarietà" ad Ankara e ad Atene, dicendosi "pronta a fornire la necessaria assistenza". "Se i governi di questi Paesi lo desiderano, aiuti francesi possono essere immediatamente inviati sul posto", ha aggiunto il ministro dell'Interno Gerald Darmanin.
- di Redazione Sky TG24

Terremoto nell'Egeo, la solidarietà internazionale

In una telefonata i ministri degli Esteri di Turchia e Grecia, Mevlut Cavusoglu e Nikos Dendias, hanno assicurato di aiutarsi a vicenda; messaggio di condoglianze e' arrivato dal presidente russo, Vladimir Putin, in una telefonata ad Ankara. Anche il premier greco Kyriakos Mitsotakis ha chiamato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan per offrire le sue condoglianze: "Quali che siano le nostre differenze, questi sono momenti in cui i nostri popoli devono restare uniti". Il disastro "ci ricorda ancora una volta quanto siamo vicini nonostante le nostre differenze politiche", ha twittato da parte sua Fahrettin Altun, consigliere del leader turco. Da Ginevra anche l'Organizzazione mondiale della sanita' (Oms) si e' fatta sentire: "Seguiamo da vicino la situazione in evoluzione in Grecia e Turchia" e "lavoreremo con i due Paesi per garantire che venga fornita l'assistenza medica d'emergenza a chi ne ha bisogno", ha assicurato il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus.
 
- di Redazione Sky TG24

Terremoto nell'Egeo, vittime e danni

La scossa, durata 45 secondi, è stata registrata ad una profondita' di 16,5 km e a una distanza di 17 km dalla costa, al largo della citta' turca di Seferihisar. Il terremoto e' stato avvertito anche a Creta e nella capitale greca Atene, cosi' come a Istanbul e Bursa. Venti gli edifici crollati a Smirne, dove si scava per cercare dispersi: i soccorritori, che hanno salvato 75 persone dalle macerie, hanno fatto sapere di essere concentrati su 17 di questi, scavando anche con le mani, aiutati da residenti e cani addestrati, in una lotta contro il tempo per trovare superstiti. Nelle immagini mandate in onda dalla tv turca si vedono nuvole di fumo innalzarsi da varie zone della citta', li' dove sono crollati i palazzi. Scene di panico anche a Samos: i residenti si sono riversati nelle strade, "e' stato il caos, non abbiamo mai avuto esperienza di una cosa simile", ha commentato il vice sindaco Giorgos Dionysiou. La protezione civile ha esortato gli abitanti a "stare all'aperto e lontano dagli edifici". Una seconda scossa di magnitudo 5,1 e' stata avvertita nel pomeriggio al largo della costa occidentale turca.
 
- di Redazione Sky TG24

Forte sisma nell'Egeo unisce Grecia e Turchia

Grecia e Turchia, spesso divise da tensioni diplomatiche e ultimamente sul piede di guerra a causa di una disputa sulle esplorazioni nel Mediterraneo orientale, sono state accomunate da un forte terremoto di magnitudo 6,7 che ha colpito il Mar Egeo sud-orientale. Di fronte a vittime e danni, i due Paesi si sono promessi aiuto reciproco, seguiti dall'Ue che si è detta pronta a dare sostegno. La tragedia ha anche aiutato a mettere da parte le tensioni anche tra Ankara e Parigi, impegnate da giorni in un acceso botta e risposta sulle vignette satiriche su Maometto. Il sisma ha innescato al largo di Samos un mini tsunami e due adolescenti sono morti sull'isola per il crollo di un muro mentre stavano tornando a casa da scuola. Ben piu' grave la situazione in Turchia, dove si sono registrati finora almeno 12 morti e 419 feriti; il bilancio peggiore e' nell'area di Smirne, 3 milioni di abitanti, dove si sono contati 6 decessi e oltre 300 feriti.
- di Redazione Sky TG24

Sisma Egeo: Turchia, almeno 12 morti e 400 feriti


Continua ad aggravarsi in Turchia bilancio del terremoto nell'Egeo. Le vittime accertate nella provincia occidentale di Smirne sono salite a 12, mentre i feriti sono almeno 419, secondo le autorità locali. I soccorritori continuano a scavare tra le macerie di 17 edifici crollati, a oltre cinque ore dal sisma.
- di Redazione Sky TG24

Sisma Egeo, si scava tra le macerie di 17 edifici crollati

Continua ad aggravarsi in Turchia bilancio del terremoto nell'Egeo. Le vittime accertate nella provincia occidentale di Smirne sono salite a 12, mentre i feriti sono almeno 419, secondo le autorità locali. I soccorritori continuano a scavare tra le macerie di 17 edifici crollati, a oltre cinque ore dal sisma.
- di Redazione Sky TG24

Sisma Egeo, in Turchia 12 morti e 419 feriti

Il numero delle vittime è salito a 12 ed è ad almeno 419 il bilancio dei feriti del terremoto che ha colpito l'area di Smirne, sulla costa egea della Turchia. A renderlo noto la Protezione civile turca. 
- di Redazione Sky TG24

Oms: lavoriamo con Grecia e Turchia per assistenza

"L'Oms sta seguendo da vicino la situazione in evoluzione in Grecia e Turchia dopo il terremoto di oggi. Lavoreremo con i due Paesi per garantire che venga fornita l'assistenza medica d'emergenza a chi ne ha bisogno". Lo ha dichiarato il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, aprendo il briefing quotidiano da Ginevra sull'evoluzione della pandemia. 
- di Redazione Sky TG24

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24