Covid Francia, Macron: "Coprifuoco dalle 21 alle 6 a Parigi e in altre città in emergenza"

Mondo

Il presidente transalpino, in diretta tv, ha annunciato il provvedimento che riguarda le zone più colpita dai contagi. Oltre la capitale coinvolte Grenoble, Lille, Lione, Montpellier, Saint-Etienne, Aix-en-Provence, Marsiglia, Rouen e Tolosa. Per chi viola le restrizioni previste multe da 135 euro, fino a 1.500 euro per i recidivi. La pressione sugli ospedali è forte da diversi giorni

Coprifuoco nella regione di Parigi e in altre città dalle 21 alle 6 a partire da sabato: lo ha annunciato in diretta tv il presidente Emmanuel Macron. Il provvedimento riguarda anche Grenoble, Lille, Lione, Montpellier, Saint-Etienne, Aix-en-Provence, Marsiglia, Rouen e Tolosa ed è dichiarato per 4 settimane. Il periodo è prorogabile fino al primo dicembre se si rivelerà necessario dopo una verifica sull'emergenza coronavirus (AGGIORNAMENTI - SPECIALE).

emmanuel macron
Macron durante il discorso in diretta tv in cui ha annunciato il coprifuoco - ©Ansa

"Situazione preoccupante, ma non bisogna cedere al panico"

vedi anche

Coronavirus, 10 Paesi con più casi in 24h: ci sono anche Uk e Francia

"Siamo in una situazione preoccupante e questo giustifica il fatto di non restare inermi né cedere al panico. Non abbiamo perso il controllo ma in Francia la situazione è molto preoccupante. Siamo entrati in una fase in cui bisogna reagire. Il virus riparte, circola di nuovo rapidamente in Europa e nel nostro Paese", ha detto Macron, nella diretta tv, durante il discorso in cui ha annunciato i provvedimenti urgenti del governo per far provare a contenere i contagi da coronavirus.

"Niente restrizioni nei trasporti"

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso ai contagi: le tappe. FOTO

"Non ci saranno restrizioni nei trasporti", ha aggiunto Macron. Intervenendo in tv, il leader francese ha spiegato che "ci sarà gente che continuerà a lavorare di notte, o durante la serata, o fino alla mattina presto". "Non abbiamo deciso di ridurre i collegamenti tra regioni", nemmeno in vista delle imminenti vacanze scolastiche, ha precisato il capo di Stato francese, facendo appello alla responsabilità di ognuno.

Multe fino a 1.500 euro

Per "rientrare dal lavoro dopo le ore 21:00 o per il lavoro di notte" saranno necessarie delle speciali "autorizzazioni", ha detto Macron, precisando che delle "multe" sono previste in caso di non rispetto del coprifuoco. Il presidente francese ha detto che "per tutti coloro che rientrano dal lavoro alle ore 21:00 o che lavorano di notte, ci sarà ovviamente un'autorizzazione", come anche per "tutti coloro che hanno delle emergenze, per esempio sanitarie". Ma per chi viola il coprifuoco "ci saranno multe di 135 euro", ha avvertito Macron, spiegando che per i casi recidivi potranno salire fino a "1.500 euro".

"Avremo a che fare con virus fino a estate 2021"

"Avremo a che fare con questo virus almeno fino all'estate 2021, lo dicono tutti gli esperti", ha proseguito Macron, spiegando che un lockdown generale in tutto il Paese sarebbe "sproporzionato". Il presidente franchese anche detto che il nuovo giro di vite non impedirà di andare in vacanza, con particolare riferimento alla prossima pausa di Ognissanti. "Non è facile essere giovani nel 2020", ha continuato Macron, chiedendo loro di fare uno sforzo, non smettendo di uscire, ma magari limitando il numero di amici con cui incontrarsi contemporaneamente. Per Macron, giovani o no, una scelta di "buon senso" è non riunirsi in più di 6 persone.

Coronavirus, la situazione in Francia

vedi anche

Coronavirus, le nuove misure in Europa dopo l'aumento dei casi

Nel Paese transalpino, il numero dei contagi resta sempre alto. Sono 22.591 i nuovi casi positivi accertati il 14 ottobre. Nelle ultime 24 ore, sono 1.133 i ricoverati in ospedale e 193 i pazienti in terapia intensiva, 733 i guariti e 104 i morti. La pressione sugli ospedali è forte da diversi giorni in tutta l'Ile-de-France, le rianimazioni hanno superato il 40% di letti occupati da pazienti Covid-19.

Mondo: I più letti