Covid, in Uk piano con 3 livelli di misure. Allarme a Parigi: oltre 17% dei test positivi

Mondo

Ieri nuovo record nel mondo: 383mila contagi in 24 ore, 123mila in Europa. Nel Regno Unito, il premier Boris Johnson ha annunciato oggi ulteriori misure di contenimento del virus. A Liverpool chiusi pub e palestre. Migliora la situazione in Giappone mentre si scopre positivo il presidente della Polinesia francese Edouard Fritch, giovedì scorso era con Macron

Il coronavirus non rallenta la sua corsa nel mondo. Ieri nuovo record planetario: 383mila contagi in 24 ore, 123 mila in Europa (LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI LIVE). Gli Usa restano il Paese più colpito con più di 214 mila vittime, seguito dal Brasile, mentre l'India con oltre 7 milioni di contagi si avvicina al sorpasso. Nel Regno Unito, Boris Johnson ha annunciato oggi ulteriori misure di contenimento del virus introducendo un piano con 3 livelli di misure. A Liverpool le restrizioni più dure. In Inghilterra in questo momento ci sono più persone ricoverate in ospedale per il Covid 19 che prima dell'adozione del lockdown a marzo. Migliora, invece, la situazione in Giappone, mentre si scopre positivo il presidente della Polinesia francese Edouard Fritch, giovedì scorso a Parigi con Macron. È allarme nella regione di Parigi, l'Ile-de-France, dove il 17% dei test risulta positivo.

Johnson presenta piano con 3 livelli di misure

leggi anche

Coronavirus nel mondo: le ultime news Paese per Paese

Il premier britannico Boris Johnson ha comunicato al parlamento britannico la decisione di introdurre un piano con "tre livelli" di gravità delle restrizioni a seconda delle zone del Regno. Liverpool sarà inserita al livello più alto nel sistema illustrato: vietati gli incontri nelle case e tutti i pub e i bar saranno chiusi. Inoltre saranno chiusi palestre, centri ricreativi, negozi di scommesse e i casinò. 

La situazione nel Regno Unito: più ricoveri oggi che nel lockdown

leggi anche

Coronavirus, 10 Paesi con più casi in 24h: la Francia è quinta

Intanto emerge che nel Paese in questo momento ci sono più persone ricoverate in ospedale per il Covid 19 che prima dell'adozione del lockdown a marzo, come ha reso noto il direttore dell'Nhs, Stephen Powis, secondo quanto riporta la Bbc. Powis ha rilevato che si registra un forte aumento dei ricoveri tra gli over-65, in particolare gli over-85.

Francia: oltre 16.000 nuovi casi. Allarme Parigi

Intanto ieri la Francia ha confermato altri 16.101 i casi di positività al coronavirus in 24 ore, una cifra lontana dai quasi 27.000 del giorno prima ma comunque molto alta per una domenica, giornata tradizionalmente di afflusso più lento dei dati e quindi con cifre nettamente più basse. I decessi sono stati 46, per un totale di 32.730 dal 1 marzo scorso. Il 17% dei test nell'Ile-de-France, la regione di Parigi, "risultano positivi, è un dato che non avevamo mai raggiunto", ha detto il direttore dell'ARS, l'agenzia regionale di Salute, Aurélien Rousseau. "Oggi, a Parigi, tra le persone che hanno tra i 20 e i 30 anni, abbiamo oltre 800 casi positivi su 100.000, la soglia d'allerta è cinquanta. Soprattutto, da tre giorni, ed è questo l'allarme che lanciamo, queste cifre aumentano molto rapidamente tra gli anziani".

Cina: test a Qingdao per 9 mln di persone

leggi anche

Coronavirus Cina, zero contagi e boom del turismo

La Cina, nel mentre, lancia una campagna di 5 giorni per completare i test di massa sul Covid-19 su gli oltre 9 milioni di residenti della città portuale di Qingdao, nella provincia orientale di Shandong, dopo il rilevamento accertato domenica di sei casi di coronavirus, saliti a 9 secondo i media locali, e di 6 asintomatici. Le infezioni sono state collegate al Qingdao Chest Hospital, in base a quanto riferito in una nota dalla Commissione sanitaria municipale, secondo cui 5 distretti saranno passati al setaccio in 3 giorni e l'intera città "entro 5 giorni".

Ancora aumento record in Russia, 13.592 casi

I casi di coronavirus in Russia sono invece aumentati di 13.592 unità nelle ultime 24 ore, portando il totale delle infezioni a 1.312.310. Il centro di crisi anti-coronavirus fa sapere che il tasso di crescita medio è sceso dall'1,1% all'1%. I morti sono stati 125, rispetto ai 149 del giorno prima. Dall'inizio dell'epidemia sono morte 22.722 persone. È il terzo giorno di fila in cui i numeri giornalieri risultano più alti del picco raggiunto nel corso della prima ondata in primavera.

In Messico primo caso in combinazione con H1N1

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso ai contagi: le tappe. FOTO

Nel mentre, una donna messicana di 54 anni è risultata la prima persona ad essere stata infettata sia dal Covid-19 che dal virus H1N1 (chiamata influenza A in Francia nel 2009). Lo hanno riferito le autorità sanitarie locali. "La donna soffriva di malattie autoimmuni, con una storia di cancro e obesità, oltre a malattie polmonari croniche", ha detto Jose Luis Alomia, direttore dell'Epidemologia presso il Ministero della Salute, durante una conferenza stampa. La paziente ha presentato sintomi alla fine di settembre che l'hanno portata al ricovero presso l'Istituto Nazionale di Nutrizione. I medici hanno definito le sue condizioni stabili. Il Messico è il quarto paese più colpito dalla pandemia Covid-19, con 83.781 morti e circa 817.503 contagi, secondo gli ultimi dati ufficiali.

Giappone: numero casi supera quota 90 mila 

Supera di poco quota 90.000 il numero di contagi da coronavirus in Giappone, una cifra che comprende i 700 casi registrati sulla Diamond Princess, la nave da crociera ancorata nella baia di Yokohama nei primi mesi dell'anno. Secondo i dati più recenti delle autorità mediche nazionali, la somma complessiva dei decessi nel Paese a causa dell'agente patogeno ammonta a 1.643, con Tokyo che rimane la prefettura con il più alto numero di infezioni, a quota 27.700. Nelle ultime settimane le positività nella metropoli di 14 milioni di abitanti non hanno superato in media le 200 unità giornaliere, e il governo metropolitano ha abbassato il livello di allerta a 3 su una scala di 4, a indicare 'vigilanza costante con il rischio di un aumento delle infezioni'. Attualmente, a Tokyo, il numero dei pazienti ricoverati nei reparti Covid-19, si assesta a 1.085, con 24 casi gravi.

Positivo presidente Polinesia, giovedì era con Macron

leggi anche

Influenza: Aifa non concede autorizzazione regolatoria a vaccini Cina

Tre giorni dopo un incontro con Emmanuel Macron a Parigi, il presidente della Polinesia francese Edouard Fritch è risultato positivo al Covid-19, al suo ritorno a Tahiti: lo ha annunciato il suo servizio di comunicazione in una nota. Anche la sua compagna, che ha viaggiato con lui, si è sottoposta al test ma è risultata negativa, precisa il comunicato. Edouard Fritch, 68 anni, ha incontrato il presidente Macron giovedì, ed è ripartito per Papeete il giorno successivo. Sabato sera si è sottoposto al test "perché aveva un po' di febbre e dolori articolari". Il risultato, giunto nella notte tra sabato e domenica, è stato "positivo". Durante il suo soggiorno a Parigi, una settimana prima, Edouard Fritch ha incontrato anche il primo ministro Jean Castex, il ministro d'Oltremare Sébastien Lecornu, e, lunedì 5 ottobre, quello degli interni Gérald Darmanin. Fritch "era stato dichiarato negativo al test RT-PCR effettuato a Parigi tre giorni prima della sua partenza", ha indicato il suo servizio di comunicazione. La positività si è rivelata solo con il nuovo test effettuato a Tahiti. Il presidente polinesiano starà in isolamento per sette giorni e le sue condizioni "non sono preoccupanti". Negli ultimi giorni sono risultati positivi anche diversi ministri del suo governo che erano rimasti a Tahiti.

Mondo: I più letti