Coronavirus Austria, Koch Institut dichiara Vienna zona a rischio

Mondo

Il criterio per inserire una località tra le zone a rischio è il superamento di 50 nuove infezioni per 100.000 abitanti

Il Robert Koch Institut di Berlino ha inserito la capitale austriaca Vienna tra le zone a rischio coronavirus. Lo ha reso noto lo stesso istituto sulla sua pagina web stasera. Il criterio per inserire una località tra le zone a rischio è il superamento di 50 nuove infezioni per 100.000 abitanti. A Vienna si sono avuti 113 nuovi casi ogni 100.000 abitanti, riferisce Faz. Questa è la ragione dell'inserimento nella lista, che include anche Budapest. (LO SPECIALE DI SKY TG24 - GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

 

L'allerta del ministero degli Esteri tedesco

 

Nei suoi avvertimenti di viaggio, il ministero degli Esteri tedesco sconsiglia da oggi i viaggi "non

necessari" nella capitale austriaca a causa "dell'alto numero di infezioni". Inoltre, il dicastero guidato da Heiko Maas estende i suoi avvertimenti di viaggio verso diverse regioni francesi, tra cui Hauts-de-France e La Reunion. Le autorità tedesche hanno stabilito che chi rientra dalle zone a rischio deve effettuare un tampone anti-Covid, e in attesa del risultato dovrà sottoporsi ad una quarantena di massimo 14 giorni.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24