Navalny, medici: "Condizioni stabili, a breve trasferimento da Omsk verso Germania"

Mondo
©Ansa

L’oppositore del governo di Mosca, ricoverato in coma all’ospedale di Omsk per un sospetto avvelenamento, potrà essere trasportato a Berlino già nelle prossime ore perché le sue condizioni sono in miglioramento. I medici: "Forse un disordine metabolico". Il collaboratore dell'attivista Ivan Zhdanov: "La polizia ci ha detto di aver trovato una sostanza letale". La moglie accusa: "Vogliono aspettare che sparisca la sostanza chimica che è nel suo corpo"

Alexei Navalny, l’oppositore russo finito ieri in coma dopo un sospetto avvelenamento, potrà essere trasferito nelle prossime ore dall'ospedale siberiano di Omsk, nel quale si trova ricoverato, in Germania. A dare il via libera, secondo quanto riporta Reuters, sono stati i medici russi che lo hanno in cura. Una decisione, questa, che arriva dopo una giornata di tensioni tra la famiglia dell'uomo e l'ospedale. I dottori infatti, in un primo momento, avevano detto che  l’attivista non poteva essere spostato a causa del suo stato di salute "instabile". A quanto si apprende ora, però, le condizioni di Navalny si sarebbero stabilizzate e non sarebbe in pericolo di vita immediato. Per i medici dell'ospedale siberiano, l'oppositore russo non sarebbe stato avvelenato.

La richiesta per il trasporto in Germania

"È un peccato che i medici ci abbiano messo così tanto tempo per prendere questa decisione. L'aereo è in attesa dal mattino, anche i documenti erano pronti alla stessa ora", ha scritto l'addetta stampa di Navalny Kira Yarmysh, su Twitter. A chiedere il permesso di trasportare l'attivista in Germania, era stata la moglie di Navalny, Yulia Navalnaya, che aveva inviato anche un appello al presidente russo Vladimir Putin. La donna ha anche denunciato: "Si rifiutano di darci Alexei per farlo curare davvero. Noi crediamo che tutto questo serva per far sì che la sostanza che si trova nel corpo di Alexei scompaia.". Ma Anatoly Kalinichenko, vicedirettore dell'ospedale, ha negato: "Nessun veleno" è stato rilevato nel sangue di Navalny, si tratterebbe invece di un disturbo metabolico. E il ministero della Salute russo ha confermato: trovata su mani e capelli solo una comune sostanza chimica industriale. Poi il primario Alexander Murakhovsky ha aggiunto: "Abbiamo invitato gli specialisti tedeschi, che sono arrivati a Omsk su un aereo da terapia intensiva, a controllare le condizioni del paziente e i risultati dei nostri esami".

Il medico: "Possibile disturbo del metabolismo"

approfondimento

Alexei Navalny, chi è l'oppositore politico russo. FOTOSTORY

 Il primario dell'ospedale ha anche fatto sapere che la principale diagnosi "alla quale stiamo arrivando è un disturbo dell'equilibrio dei carboidrati, cioè un disordine metabolico”. Il medico ha anche dichiarato che non sono stati rilevati ossibutirrato o barbiturici nel corpo di Navalny, secondo quanto riferisce la Tass. "Per quanto riguarda quello che dicono nei media su un componente chimico individuato posso dire che non si trattava di materiale biologico ma di materiali provenienti dalla superficie della pelle, dai vestiti, dalle unghie. Abbiamo condotto una serie di test e si tratta della solita sostanza chimica industriale che viene utilizzata, per esempio, nei bicchieri di plastica", ha detto Murakhovsky.

Il medico di Navalny: “Metabolismo? Ancora una volta, ci prendono per idioti”

Ma il medico di Navalny ha detto subito di non fidarsi della diagnosi. "Ancora una volta, ci prendono per idioti: usano furbe frasi generiche ma non sono in grado di stabilire la causa del suo coma o di offrire una diagnosi", ha sottolineato poi su Twitter Anastasia Vasilyeva. "Un disordine metabolico è una condizione, non una diagnosi. Si tratta di un avvelenamento che ha scatenato un grave disturbo metabolico", ha aggiunto.

“Trovata una sostanza mortale ma non dicono qual è”

Anche Ivan Zhdanov, direttore del Fondo anticorruzione messo in piedi da Navalny, ha denunciato alcune incongruenze: "La polizia dei trasporti ha riferito ai medici del ritrovamento della sostanza con cui è stato avvelenato", ma "rifiuta di rivelarne il nome" alla moglie e ai suoi collaboratori dicendo che "è in corso un'indagine segreta". "Eravamo nell'ufficio del medico capo quando un ufficiale della polizia dei trasporti è entrato e ha detto, indicando lo schermo del telefono, che 'quella è la sostanza che è stata trovata' - dice Zhdanov - Ci siamo avvicinati all'ufficiale e abbiamo chiesto che tipo di sostanza fosse. Ci ha detto che era un segreto investigativo e che non poteva dircelo, ma la sostanza era letale e metteva in pericolo la vita di Alexei e di tutti quelli che lo circondavano, che dovevano indossare tute protettive".

Berlino: “La priorità è che la sua vita sia salvata" 

leggi anche

Russia, ricoverato leader opposizione Navalny per avvelenamento

Dalla Germania il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert ha parlato di "sgomento" per gli sviluppi del caso Navalny e ha chiesto che la sua vita sia salvata e che sia fatta "chiarezza" sulle circostanze in cui si è sentito male. La Germania è "pronta ad accoglierlo e curarlo", ha quindi sottolineato.

Ex consigliere Putin: "In Russia avvelenamenti in stile Borgia"

Intanto, accuse al presidente russo, sulla vicenda Navalny, arrivano dall'ex consigliere politico di Vladimir Putin, Gleb Pavlovskij. "Qui a Mosca ci siamo abituati e ci insospettiamo subito: abbiamo a che fare con un potere che attua avvelenamenti in numero forse maggiore a quello dei Borgia, e con una maggiore varietà di veleni", dice Pavlovskij al Corriere della Sera. Il politologo invita comunque a non trarre conclusioni affrettate su quanto accaduto: "Sarebbe irresponsabile - ha ammonito - disquisire di intossicazione naturale o provocata, bisogna verificare se non ci sia dietro una qualche malattia oppure medicine che lui prende...".

Il malore in aereo

Navalny ieri, 20 agosto, era su un aereo che dalla Siberia doveva portarlo a Mosca quando si è sentito male. "Alexei ha un avvelenamento tossico ed è in terapia intensiva", ha scritto su Twitter la portavoce Yarmysh dopo il ricovero. "Partiamo dal presupposto che Alexei sia stato avvelenato con qualcosa mescolato con il suo tè - ha detto - Questa è l'unica cosa che ha bevuto questa mattina”.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.