Coronavirus, New York: nei quartieri più poveri contagiato oltre il 50% dei residenti

Mondo

Dai dati pubblicati dal NY City Council risulta che nel Queens, il 51,6% delle persone sottoposte a test è risultato positivo, un tasso ben al di sopra della media della Grande Mela, che si attesta al 27%. Nell'Upper West Side, una delle zone più facoltose, la sieroprevalenza è solo del 12%. Dei cinque distretti cittadini, il Bronx è il luogo in cui la maggior parte delle persone ha anticorpi (33%), mentre Manhattan - il quartiere più ricco - è dove è stato registrato il numero più basso di positivi (19%)

In alcuni quartieri di New York, quelli meno abbienti, risulta che fino al 50% dei residenti che si sono sottoposti ai test sierologici del coronavirus sono risultati positivi (LO SPECIALE - TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE). I nuovi dati rilasciati dalle autorità confermano come il virus abbia colpito in modo particolarmente duro le zone più povere della città. Il tasso più alto di positività agli anticorpi è stato riscontrato nel Queens, diventato luogo simbolo della lotta contro la pandemia di Covid-19. In questa zona, prevalentemente ispanica e a basso reddito, il 51,6% delle persone sottoposte a test anticorpali è risultato positivo, un tasso ben al di sopra della media della Grande Mela, che si attesta al 27%. 

I quartieri più colpiti

leggi anche

Coronavirus: India, Usa e Brasile sono i Paesi con più casi in 24 ore

Segue Borough Park, a Brooklyn, con il 46,8% positivo, in un'area dove la maggior parte della popolazione appartiene a una comunità ebraica ultra-ortodossa caratterizzata da famiglie numerose e, in generale, poco abbienti. I dati pubblicati nelle ultime ore dal New York City Council raccolgono i risultati di tutti i test a cui le autorità hanno avuto accesso, sia quelli svolti direttamente dai sistemi pubblici che privati, e rappresentano un totale di quasi un milione e mezzo. Sebbene non siano del tutto rappresentativi - poiché molte persone che hanno scelto di sottoporsi ai test lo hanno fatto probabilmente perché credevano di aver avuto la malattia - i risultati sono in linea con i test casuali che le autorità avevano precedentemente effettuato.

I quartieri ricchi sono meno colpiti

leggi anche

Coronavirus Usa, le 5 regole di Fauci per limitare i contagi

Nelle aree dell'Upper West Side di Manhattan, una delle zone più facoltose, la sieroprevalenza è solo del 12%. Dei cinque distretti della Grande Mela, il Bronx - il più povero - è il luogo in cui la maggior parte delle persone ha anticorpi (33%), mentre Manhattan - il più ricco - è dove è stato registrato il numero più basso di positivi (19%).

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.