Coronavirus, nuovo record nel mondo: oltre 292mila contagi in 24 ore. In Usa 1.442 morti

Mondo

Gli States restano il Paese più colpito dalla pandemia. Grave il bilancio anche in Brasile, India e Sudafrica. Negli Stati Uniti scoperto un focolaio partito a giugno da un campus estivo in Georgia, i ricercatori: "Bimbi vettori del contagio". Madrid è la grande città europea che ha avuto il più alto numero di vittime. E in Corea del Sud banconote bruciate o lavate nel tentativo di disinfettarle

Nuovo record giornaliero di casi Covid-19 nel mondo: secondo il bilancio dell’Organizzazione mondiale della sanità, c'è stato un aumento di 292.527 casi. Il precedente record era di una settimana fa, il 24 luglio, con 284.196 contagi. Il bilancio peggiore è stato registrato in Stati Uniti, Brasile, India e Sudafrica, tutti Paesi che sono in cima alla classifica globale del contagio (AGGIORNAMENTI - SPECIALE).

Negli Usa altri 1.442 morti e 69mila contagi in 24 ore

approfondimento

Coronavirus, la diffusione globale in una mappa animata

 

La situazione resta drammatica negli Usa dove si registrano 1.442 nuovi decessi, per il quarto giorno consecutivo viene sforata quota 1.200 morti. Il bilancio è della Johns Hopkins University. Gli Usa, il Paese più colpito al mondo, hanno finora contato un totale di 153.268 morti per Covid-19. Con altri 69mila casi registrati nelle ultime 24 ore, negli States ci sono stati un totale di oltre 4,5 milioni di contagiati dall'inizio della pandemia.

Focolaio in un campus estivo in Georgia

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso ai contagi: le tappe. FOTO

 

Nelle ultime ore le autorità sanitarie americane hanno anche reso noto che hanno contratto il virus centinaia di bambini in un campo estivo nello Stato della Georgia, il mese scorso; il che, in un momento in cui ovunque è molto acceso il dibattito sulla riapertura delle scuole, aggiunge un'ulteriore prova, confermata dai ricercatori, al fatto che i minori sono suscettibili al contagio e vettori di trasmissione. Sono stati i ricercatori dei Centers for Disease Control and Prevention, l'organismo per la Sanità pubblica in Usa, a dare la notizia dell'episodio: il virus ha contagiato almeno 260 delle 597 persone del gruppo, ma è probabile che il tasso di contagio sia stato ancora più elevato considerato che sono stati testati solo il 58%  dei partecipanti.

Madrid la città europea che ha avuto più morti, in Italia è Milano

vedi anche

Coronavirus, da Usa a Filippine: i 10 Paesi con più casi in 24h. FOTO

Secondo uno studio dell'ufficio britannico di statistica (Ons), riportato dai media spagnoli, Madrid è la grande città europea che ha avuto il più alto numero di vittime per Covid-19. La settimana più drammatica per la capitale spagnola è stata quella del 27 marzo, quando a causa del Covid-19 morirono quattro volte più persone della media europea. Lo studio ha confrontato il numero di morti dei primi mesi del 2020 con quelli del periodo 2015-2019. In Spagna la seconda città più colpita dalla pandemia è Barcellona, mentre nel resto d'Europa sono Birmingham (+249,7%) e Londra (226,7%). In Italia Milano, con un incremento di persone decedute del 149%.

In Germania altri 955 nuovi casi accertati

Sono 955 i nuovi casi di Covid-19 in Germania nelle ultime 24 ore. Secondo i dati dell'istituto Robert Koch, il totale di casi di coronavirus è di 209.653 contagi accertati. I 7 morti di ieri fanno salire il totale a 9.148.

In Francia terzo giorno con oltre 1300 nuovi casi

approfondimento

Coronavirus e vacanze, le regole per viaggiare sicuri in Europa. FOTO

Per tre giorni consecutivi la Francia ha registrato 1300 nuovi contagi da coronavirus nelle 24 ore. Lo scrive il Guardian, secondo cui le autorità sanitarie hanno identificato ben 15 nuovi focolai di Covid-19, portando il numero complessivo di focolai a 157 su tutto il territorio francese. Il governo ha manifestato la propria preoccupazione circa un nuovo deflagrare dell'epidemia. Prima della settimana scorsa i nuovi casi erano cresciuti a circa 500 al giorno, per poi balzare d'improvviso a oltre 1000. La stampa francese parla di un "effetto vacanze", perché la recrudescenza delle nuove infezioni pare si stia verificando soprattutto in aree turistiche e nei resort costieri. Gli esperti affermano inoltre che il 21% dei nuovi focolai si sono verificati a causa di ricongiungimenti familiari avvenuti con l'arrivo della bella stagione dopo due mesi di rigido lockdown, terminato l'11 maggio, e a causa di "temporanei assembramenti pubblici o privati". A detta delle autorità, l'altro problema è il progressivo venir meno del rispetto delle regole di distanziamento sociale e delle misure di protezione.

Corea del Sud, banconote bruciate o in lavatrice per paura Covid

vedi anche

Coronavirus Corea del Sud, soldi bruciati o lavati per paura del Covid

 

In Corea del Sud la popolazione sta letteralmente bruciando grandi quantità di denaro nel tentativo disinfettare i contanti. Lo ha reso noto la banca centrale, secondo quanto riferito da Reuters. La Banca di Corea ha riferito di aver ricevuto 1,32 miliardi di won (1,1 milioni di dollari) in banconote bruciate tra i mesi di gennaio e giugno, un terzo in più rispetto ai 480 milioni (400 mila dollari) restituiti nello stesso periodo dell'anno scorso. La banca ha attribuito l'aumento alle persone che cercano di disinfettare i loro soldi dal nuovo coronavirus, che - secondo alcuni studi - può indugiare sulle superfici di carta per diverse ore. Sono state segnalate anche banconote danneggiate dalle lavatrici.

In Giappone altri 1.579 nuovi casi e 5 morti

approfondimento

Coronavirus, la situazione in Italia: grafici e mappe

Il Giappone ha registrato 1.579 nuovi casi di coronavirus e altri cinque morti nelle ultime 24 ore. Per il terzo giorno consecutivo, il Giappone aggiorna il record. A Tokyo l'incremento maggiore con 463 nuovi casi in un solo giorno. I casi confermati nel Paese sono in tutto 36.548, compresi i 712 della nave da crociera Diamond Princess. I morti sono finora 1.024. 

Hong Kong apre un ospedale da campo con 500 posti letto

leggi anche

Hong Kong, Lam: elezioni rinviate di un anno a causa del coronavirus

Hong Kong ha aperto un ospedale da campo con 500 posti letto destinato ai pazienti Covid-19 per contrastare la nuova ondata della pandemia. Dai primi di luglio il coronavirus è tornato, con alcuni casi portati dalle decine di migliaia di persone esentate dalla quarantena obbligatoria imposta alla maggior parte degli arrivi. Intanto la governatrice della città, Carrie Lam, ha annunciato il rinvio di un anno delle prossime elezioni legislative, sostenendo che la decisione è puramente a tutela della salute pubblica e non ha "nulla a che fare con la politica". Dall'inizio di luglio sono state rilevate più di 2.000 nuove infezioni, il 60% del totale da quando il virus ha colpito la città alla fine di gennaio.

Mondo: I più letti