Coronavirus in Portogallo: salgono i casi e la regione di Lisbona torna in lockdown

Mondo
©Getty

In aumento i casi in tutto il Paese. Il governo opta per una nuova chiusura della capitale. Scoppia un focolaio nel Santuario di Fatima

Il rialzarsi dei contagi in Portogallo ha portato il governo a richiudere la regione di Lisbona, la più piccola ma più popolosa del Paese che negli ultimi giorni ha registrato nuovi focolai di coronavirus (LA DIRETTA). Il Portogallo aveva attuato una strategia di lockdown che si era dimostrata particolarmente efficace, limitando di molto i positivi. Ora, però, nuovi focolai preoccupano il governo.

Festa clandestina in Algarve: 90 positivi

approfondimento

Coronavirus, in Portogallo un murale per gli operatori sanitari. FOTO

Uno di questi ha portato a 90 casi scoppiati a seguito di una festa clandestina al Club Deportivo de Odiáxere, a Lagos, in Algarve. Un altro cluster importante è quello del Santuario di Fatima, nel comune di Ourém, dove 16 dipendenti sono risultati positivi al tampone nelle ultime ore. In tutto il Paese, dall’inizio dell’epidemia, sono oltre 39mila i casi accertati, con 1.534 morti. Ma dopo il successo della strategia di contenimento i numeri sono tornati a crescere, con 259 nuovi casi nelle ultime 24 ore. Il portogallo e Lisbona sono stati scelti dalla Uefa come sede delle Final Eight di Champions League.

Mondo: I più letti