Usa, Corte Suprema contro stop di Trump a programma Dreamers. Resta protezione immigrati

Mondo
©Getty

Il programma Daca tutela gli immigrati entrati irregolarmente nel Paese quando erano minori e - pur non concedendo la cittadinanza - permette a circa 700mila persone di lavorare legalmente. Il presidente conservatore della Corte ha votato insieme ai giudici di nomina liberale, come già accaduto qualche giorno fa sul tema dei diritti dei lavoratori Lgbtq. Il tycoon: "Queste decisioni sono fucilate ai repubblicani". Obama: "Felice, ora votiamo per Biden"

Nuovo schiaffo a Trump sul tema immigrazione. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha deciso di bloccare il tentativo del presidente di porre fine alla legislazione che protegge i Dreamers, gli immigrati entrati irregolarmente nel Paese in Usa quando erano minori. La rabbia del tycoon: "Queste decisioni sono fucilate in faccia alle persone che sono orgogliose di chiamarsi repubblicani o conservatori". L'ex presidente Barck Obama esulta su Twitter e invita a votare Joe Biden alle elezioni presidenziali di novembre.

La votazione della Corte Suprema

leggi anche

Usa, la Corte Suprema: vietato licenziare qualcuno perché gay o trans

La decisione della Corte Suprema è stata presa a maggioranza, 5 a 4, con il presidente John Roberts, di nomina conservatrice, che si è unito anche stavolta ai giudici di nomina liberale. Esattamente come accaduto alcuni giorni fa con la decisione sulla protezione dei lavoratori Lgbtq. Già nel 2018 la Corte Suprema aveva respinto la richiesta dell'amministrazione Trump di porre fine al programma.

Trump: "Decisioni orribili e politicamente motivate"

"Avete l'impressione che io non piaccia alla Corte suprema? - ha twittato ironicamente Trump -Queste decisioni orribili e politicamente motivate che arrivano dalla Corte suprema sono fucilate in faccia alle persone che sono orgogliose di chiamarsi repubblicani o conservatori. Abbiamo bisogno di più giudici o perderemo il nostro secondo emendamento (quello sulle armi, ndr)", ha aggiunto, invitando a rieleggerlo alla Casa Bianca.

Obama: "Ciò che ci rende americani sono i nostri comuni ideali"

Obama, ideatore del programma, si è detto invece "felice" per la decisione della Corte suprema. "Otto anni fa proteggemmo dall'espulsione i giovani cresciuti come parte della nostra famiglia americana. Possiamo sembrare diversi e venire da qualunque posto ma ciò che ci rende americani sono i nostri comuni ideali", ha twittato l’ex presidente, invitando a "difendere quegli ideali" e a eleggere Joe Biden e un Congresso democratico "che faccia il suo lavoro, protegga i Dreamers e crei un sistema davvero meritevole di questa nazione di immigrati una volta per tutte".

Il programma Daca

Il programma di protezione dei Dreamers (Daca) è stato varato con un decreto di Barack Obama nel 2012. Pur non fornendo la cittadinanza, permette a circa 700.000 immigrati di lavorare legalmente. Fin dal 2017, Trump ha rivolto gli sforzi della sua amministrazione al tentativo di chiudere il programma.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.