Coronavirus, l’Austria riapre il confine con l’Italia. Avviso di cautela per la Lombardia

Mondo
©Ansa

Il ministro degli Esteri Alexander Schallenberg ha confermato il dietrofront sulla chiusura delle frontiere: via libera dal 16 giugno, ma resterà in vigore un “avviso di viaggio” per chi si reca nella Regione italiana più colpita dalla pandemia. Schallenberg: "Non è un divieto, parliamo di autoresponsabilità". Il ministro della Salute Anschober, in italiano: “Complimenti Italia”

Dopo la Grecia, anche l’Austria fa dietrofront sulla chiusura del confine con l’Italia. Il ministro degli Esteri Alexander Schallenberg ha confermato la riapertura della frontiera con il nostro Paese dal 16 giugno. Resterà tuttavia in vigore un “avviso di viaggio” per la Lombardia, come ha precisato lo stesso Schallenberg, che ha rivolto ai connazionali un appello a “non dimenticare il buonsenso facendo le valigie”. Poi ha aggiunto: "Oggi abbiamo aperto una grande finestra verso la libera circolazione". Complessivamente Vienna ha dato l’ok alla libera circolazione, a partire da martedì, verso 31 Paesi europei, a eccezione di Svezia, Gran Bretagna, Portogallo e Spagna (CORONAVIRUS: GLI AGGIORNAMENTI LIVE).

Schallenberg (Esteri): “Un avviso di viaggio non è un divieto”

approfondimento

Coronavirus, da lunedì Grecia riapre i confini con Italia per turismo

Schallenberg, parlando della scelta di attuare una differenziazione regionale nei confronti dell'Italia, ha spiegato: "Un avviso di viaggio non è un divieto, ma un appello al buonsenso. Non parliamo di controlli, ma di autoresponsabilità". "L'obiettivo - ha concluso - resta la libera circolazione".

Anschober (Salute): “In Lombardia lavoro grandioso”

Commentando la decisione e i dati epidemiologici italiani, il ministro della Salute austriaco Rudolf Anschober ha detto in italiano: “Complimenti Italia”. “Diverse regioni italiane - ha aggiunto - hanno superato alcuni Laender austriaci, grazie al duro lavoro svolto finora”. Sulla Lombardia, verso cui i viaggi sono ancora sconsigliati e i collegamenti aerei restano interrotti, Anschober ha detto che comunque “l’andamento è positivo e il lavoro svolto grandioso” e che per questo l’avviso di cautela potrebbe essere rivisto “tra 2 o 4 settimane”.

Il pressing di Di Maio su regole uniformi per i Paesi Ue

approfondimento

Coronavirus, viaggi all'estero e in Italia: cosa c'è da sapere

Nei giorni scorsi il ministro degli Esteri Luigi Di Maio è stato in costante contatto con il suo omologo austriaco, spingendo perché nell'Ue ci siano "regole e criteri uniformi per la mobilità" e per "non frammentare il mercato del turismo", che per l'Italia vale svariati punti di Pil.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.