Coronavirus, nel Regno Unito 569 morti in un giorno: mai così tanti in 24 ore

Mondo

Secondo i dati del ministero della Sanità, in Uk il totale dei decessi sale a quasi 3mila. I casi di contagio sono 33.718. Ancora pochi test, sale polemica su governo. Il premier Johnson: troppa gente in giro 

Nel Regno Unito, in un solo giorno, si sono registrati 569 nuovi decessi legati al coronavirus. Un numero che è il più alto, nei conteggi giornalieri, da quando è iniziata l’emergenza Covid-19 (AGGIORNAMENTI - SPECIALE). Nelle 24 ore precedenti, negli ospedali in Uk si erano contate 563 vittime. I nuovi dati aggiornati del ministero della Sanità britannico portano i decessi totali a 2.921, mentre i contagi passano da 29.474 a 33.718: con un aumento giornaliero di oltre 3800, in lieve calo rispetto ai più 4.324 indicati ieri. I test eseguiti nel Paese sfiorano infine i 163.200, a un ritmo quotidiano incrementato leggermente a oltre quota 10.000 (LE NOTIZIE DELLA FARNESINA SUL REGNO UNITO).

Uk piange il comico Eddie Large

Tra le vittime con coronavirus in Uk c’è anche Eddie Large, attore comico e showman molto popolare per il pubblico televisivo del Paese. Large, 78 anni, è morto in ospedale, dove era ricoverato per un grave scompenso cardiaco, ha contratto il Covid-19 direttamente in corsia "e purtroppo il suo cuore, troppo debole, non ha retto", ha scritto suo figlio (LE TAPPE - LE FOTO SIMBOLO - I PAESI CON IL MAGGIOR NUMERO DI CASI).

Johnson: troppa gente in giro

Il premier Boris Johnson, tuttora in auto-isolamento dopo essere stato testato positivo, ha rilanciato l'allarme sulla necessità che i britannici stiano a casa, denunciando in un tweet cifre raccolte ieri secondo cui nel Regno Unito è tornato a crescere l'utilizzo del trasporto pubblico. Dati coincisi con quelli di un'impennata record dei casi di Covid-19 e dei morti nel Paese. "I dati di ieri - ha ammonito il primo ministro - ci hanno mostrato che più persone hanno usato i trasporti pubblici rispetto ai giorni precedenti". "Per favore - ha poi implorato - non lasciate le vostre case se non è assolutamente necessario; è ciò che davvero salverà delle vite" (LE GRAFICHE CON I DATI IN ITALIA - LA MAPPA GLOBALE DEL CONTAGIO).

Ancora pochi test, sale polemica su governo

Intanto sale di tono la polemica contro il governo Tory per il limitato numero di test sul coronavirus nel Regno Unito, soprattutto fra i medici e gli infermieri del servizio sanitario (Nhs) impegnati in prima fila negli ospedali e in percentuale molto colpiti come numero di casi. I giornali oggi sono andati all'attacco, dopo gli interrogativi sollevati ieri anche dall'opposizione laburista per bocca del ministro ombra della Sanità, Jon Ashworth. Johnson ha promesso via Twitter "un massiccio incremento" dei tamponi, cruciali - ha riconosciuto - per "rompere l'enigma" del Covid-19.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24