Coronavirus, in Cina nessun nuovo caso interno nell'ultimo giorno. È la prima volta

Mondo

Sono invece 34 i positivi arrivati dall'estero, l'incremento giornaliero più significativo delle ultime 2 settimane. Nel Paese sono 7.263 le persone attualmente affette da Covid-19. Wuhan allenta la quarantena. E la polizia si scusa con il medico che lanciò l'allarme

Nessun nuovo caso di contagio interno in Cina nell'ultimo giorno. È la prima volta dalla diffusione del Coronavirus. Dall'altro lato c'è da registrare anche il dato dei 34 casi di positività arrivati dall'esterno, l'incremento giornaliero più grande nelle ultime due settimane. I dati che danno un'idea della situazione Covid-19 nel Paese orientale sono stati resi noti dalla Commissione Nazionale della Salute. Wuhan, la città dalla quale si è diffuso il primo focolaio, con i contagi azzerati ha allentato la quarantena in alcune aree. Intanto, la polizia si è scusata con il medico - ora deceduto - che per primo aveva lanciato l'allarme (CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - SPECIALE - LA DIFFUSIONE NEL MONDO - E IN ITALIA).

Polizia di Wuhan si scusa con il medico che lanciò l'allarme

Li Wenliang, questo il nome del medico, è stato il primo a lanciare l'allarme sul coronavirus e in seguito è morto proprio per aver contratto il Covid-19. L'uomo era stato accusato di "diffusione di false informazioni su internet". La polizia di Wuhan si è ora scusata per la convocazione e la reprimenda. L'Ufficio di pubblica sicurezza della città focolaio, in una nota, ha scritto che sul caso "ci furono applicazione errata della legge e procedure irregolari". Le scuse sono arrivate dopo le conclusioni della National Supervisory Commission, secondo cui "l'azione della polizia non fu appropriata".

Nelle ultime 24 ore, 8 morti in provincia Hubei

Tornando ai dati, i numeri dimostrano come la pandemia sia sotto controllo a Wuhan, dove il virus ha fatto la sua comparsa a dicembre, e nella provincia di Hubei. Nelle ultime 24 ore sono state registrate 8 morti - tutte a Hubei - che portano il bilancio delle vittime a 3.245. In Cina ci sono stati in totale 81.000 casi di infezione, ma solo 7.263 sono ancora affette da Covid-19.

Quarantena allentata a Wuhan

Nelle aree di Wuhan a "infezione zero" sono permesse "attività personali" nei compound abitativi. La decisione è stata presa dalla locale task force sulla prevenzione e il controllo e riportata dalla tv statale Cctv. Nel resto dell'Hubei, provincia di cui Wuhan è il capoluogo e che non ha riportato contagi negli ultimi 14 giorni, sarà permesso, a certe condizioni, l'ingresso dall'esterno, secondo un post del governo provinciale.

Sono 189 i positivi arrivati dall'estero

Ora a spaventare è il contagio di ritorno. I casi di positività arrivati dall'estero, stando ai dati della Commissione, hanno raggiunto i 189 alla fine di mercoledì 18 marzo. Pechino ha registrato la gran parte dei 34 nuovi casi di Coronavirus importati e individuati in tutta la Cina: la Commissione sanitaria nazionale ha segnalato 21 positivi di ritorno nella capitale, mentre 9 sono riconducibili al Guangdong, due a Shanghai e uno sia nello Heilongjiang e sia nello Zhejiang.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.