Coronavirus, Jared Leto scopre pandemia dopo 12 giorni: “Ero in meditazione nel deserto”

Mondo

L’attore e cantante statunitense è venuto a conoscenza dell’emergenza in ritardo rispetto al resto del pianeta. “Da 12 giorni ero in meditazione silenziosa nel deserto. Non avevamo alcuna idea di cosa stesse succedendo. Mi sono trovato in un mondo molto diverso”

L’attore e cantante statunitense Jared Leto ha scoperto la pandemia di coronavirus in ritardo rispetto al resto del mondo (LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI). “Dodici giorni fa sono andato in meditazione silenziosa nel deserto. Eravamo completamente isolati. No telefono, nessuna comunicazione. Non avevamo alcuna idea di cosa stesse succedendo al di fuori della struttura”, ha spiegato sui social (LE FOTO SIMBOLO DELL’EMERGENZA).

“Mi sono trovato in un mondo diverso”

Leto ha quindi scritto: “Sono uscito ieri e mi sono trovato in un mondo molto diverso. Strabiliante per non dire altro. Ricevo messaggi da amici e parenti da tutto il mondo e mi sto aggiornando su quello che sta succedendo. Spero che voi e i vostri stiano bene. Invio energia positiva a tutti. State dentro, restate al sicuro”, ha chiuso l’attore (LA MAPPA DEI CONTAGI).

Visualizza questo post su Instagram

❤️

Un post condiviso da JARED LETO (@jaredleto) in data:

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.