Coronavirus, in Germania oltre 6mila casi certi. Le autorità sanitarie: "Ma sono di più"

Mondo

Il Robert Koch Institut, agenzia federale responsabile del controllo delle malattie, avverte: "Rispettare le misure o milioni di contagiati". Modificato a "alto" il livello di rischio. Volkswagen valuta stop alla produzione. Berlino costruirà ospedale per mille pazienti

In Germania i casi di contagio da coronavirus sono oltre 6mila. A riportarlo è il Robert Koch Institut, agenzia del governo federale responsabile del controllo delle malattie e della prevenzione. “Ma noi sappiamo che i casi sono certamente di più", ha detto durante una conferenza stampa il presidente dell'istituto, Lothar Wieler. "I test vanno fatti in modo molto strategico", ha poi aggiunto Wieler, spiegando che l'istituto ha aggiornato la propria valutazione del rischio di contagio in Germania da "medio" ad "alto". La politica di contenimento tedesca sarà quindi  portata avanti. Intanto, secondo i media tedeschi, Volkswagen sarebbe pronta a interrompere la produzione in molte fabbriche in Germania e in Europa (ULTIME NOTIZIE - SPECIALE - LA SITUAZIONE NEL MONDO - SOLIDARIETÀ ALL'ITALIA CON IL TRICOLORE).

Gli esperti tedeschi: "Pandemia potrebbe durare fino a due anni"

Secondo il presidente Wieler la pandemia del coronavirus potrebbe durare fino a due anni: "Sappiamo che le pandemie vanno a ondate, di cui però non conosciamo la velocità. Ovviamente molto dipenderà da quando si potrà usare un vaccino. Potrebbe essere l'anno prossimo", ha spiegato. Nel "caso estremo", ha detto Wieler, si può pensare che le misure restrittive varate dal governo possano arrivare appunto a due anni. 

"Rispettare le misure o milioni di contagiati"

"Le misure adottate per il contenimento del Coronavirus in Germania vanno rispettate altrimenti nel giro di pochi mesi milioni di persone saranno contagiate, e questo va assolutamente evitato", ha sottolineato ancora Wieler, in conferenza stampa a Berlino. “La diffusione va rallentata per consentire al sistema sanitario di reagire, e per evitare che molti malati in condizioni gravi arrivino allo stesso tempo nelle strutture sanitarie”.

Segnali di allarme dal sistema sanitario

Wieler ha poi lanciato un appello: "In Germania bisogna lavorare per raddoppiare i posti di terapia intensiva a partire da ora". Il presidente dell'istituto Robert Koch ha spiegato che il numero dei contagi cresce molto, che non tutti sono noti e che ci sono segnali di allarme dal sistema sanitario e dagli ospedali. La capacità di effettuare test sul coronavirus, ha poi aggiunto, "è molto alta".

Berlino costruirà un ospedale per 1.000 pazienti

La città di Berlino nel frattempo sta progettando un ospedale da 1.000 posti letto solo per curare i pazienti che saranno contagiati dal virus. Lo ha reso noto la responsabile alla Salute di Berlino Dilek Kalayci dopo la riunione del Senato della città. Le forze armate collaboreranno alla costruzione della struttura nella zona della Fiera.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.