Coronavirus, Uk: una dozzina di scuole rimandano a casa studenti dopo viaggi in Italia

Mondo

Diversi istituti del Regno Unito hanno chiesto a studenti e personale, di ritorno da gite scolastiche in Nord Italia, di mettersi in isolamento a casa per 14 giorni, come misura di precauzione. Due scuole sono state chiuse del tutto per “una disinfezione profonda"

Almeno una dozzina di scuole in tutto il Regno Unito hanno chiesto agli studenti e al personale, di ritorno da viaggi in Nord Italia, di mettersi in isolamento a casa, come misura di precauzione per evitare eventuali contagi da coronavirus (LO SPECIALE - GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI - EVENTI ANNULLATI - LE TAPPE). Gli alunni interessati frequentano scuole nella contea di Antrim in Irlanda del Nord, nel Pembrokeshire in Galles, a Guernsey nelle Channel Islands, nel Cheshire, nello Yorkshire, nel Berkshire, nel Teesside e nella Cornovaglia. Sono stati rimandati a casa martedì per mettersi in quarantena per 14 giorni, anche se non mostrano segni di infezione, seguendo i consigli medici (PAESI ESTERI SCONSIGLIANO VIAGGI IN ITALIA - I NUMERI DEL CONTAGIO - COME LAVARSI BENE LE MANI,I CONSIGLI OMS).

A chi è rivolto il provvedimento

A chiunque nelle ultime due settimane sia tornato dall'Iran, specifiche aree del nord Italia, alcune parti della Corea del Sud e della provincia di Hubei in Cina, è stato chiesto di rimanere in casa, chiamare l'NHS111 ed evitare il contatto con altre persone, anche se non hanno sintomi. Molti britannici sono stati in Lombardia e Veneto di recente, comprese diverse gite scolastiche e quindi anche a questi studenti è stata chiesta questa misura preventiva (I PAESI DEL MONDO CON CONTAGI).

Due scuole completamente chiuse

Nonostante i consigli del Public Health England (PHE) e del Dipartimento per l’Istruzione, secondo cui le scuole dovrebbero rimanere aperte, due scuole sono state completamente chiuse a tutti gli alunni per una pulizia approfondita dopo che gli alunni erano stati in Italia. Il Trinity Catholic College di Middlesbrough e il Cransley Private School nel Cheshire hanno deciso di tenere i ragazzi a casa e chiudere del tutto gli edifici per una settimana per "una disinfezione profonda". La prima scuola ha segnalato "pochi casi" di sintomi influenzali fra ragazzi e insegnanti di rientro, mentre la seconda ha deciso lo stop per pure ragioni precauzionali dopo il ritorno di 29 allievi tornati da una settimana bianca a Bormio (USA: VACCINO SPERIMENTALE PRONTO PER TEST).

Gb: autoisolamento per chi viene da Italia

Da oggi, 25 febbraio, la Gran Bretagna impone "l'auto-isolamento" per 14 giorni a scopo precauzionale a tutti coloro che arrivano arrivano dal nord Italia (a nord di Pisa, Firenze e Rimini) e presentino sintomi "anche leggeri" d'un potenziale contagio da coronavirus. E la quarantena obbligata anche senza sintomi di sorta, per lo stesso periodo di tempo, per tutti coloro che arrivino dai paesi della Lombardia e del Veneto isolati su decisione del governo italiano. Le indicazioni aggiornate dei suggerimenti del Foreign Office spiegano che l'obbligo di quarantena anche in assenza di sintomi è stato esteso dal governo britannico, oltre che a chi arriva nel Regno Unito dalla provincia cinese dell'Hubei, epicentro dell'infezione da coronavirus, anche a tutti coloro che vi siano arrivati a partire dal 19 febbraio dall'intero Iran, dalle aree della Corea del Sud indicate da Seul a rischio e dalle aree "in isolamento dell'Italia settentrionale così come indicato dal governo italiano".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24