Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Coronavirus, accertamenti su un 43enne di Chieti rientrato dalla Cina il 28 gennaio

Ricoverati allo Spallanzani il ricercatore italiano di 29 anni e la coppia di cittadini cinesi. Il direttore del centro: "In Italia non c'è circolazione locale del virus". Di Maio: blocco voli Italia-Pechino

Leggi tutto
1 nuovo post

43 ENNE DI CHIETI - Un italiano di 43 anni è sotto osservazione a Chieti. E' rientrato dalla Cina il 28 gennaio e nel pomeriggio di oggi, dopo essersi accorto di avere la febbre, è andato al policlinico Santissima Annunziata, dove è stato attivato precauzionalmente il protocollo ministeriale per il Coronavirus. Il paziente è stato ricoverato in isolamento nel reparto di malattie infettive in sorveglianza sanitaria  (I SINTOMI - LA MAPPA DEL CONTAGIO).


 
29ENNE POSITIVO -  Sono buone le condizioni generali del giovane ricercatore italiano risultato positivo al Coronavirus e attualmente ricoverato all'Istituto Spallanzani di Roma. Intanto, però, riparte la quarantena per i 55 connazionali in isolamento alla Cecchignola, che saranno sottoposti con cadenza regolare a nuovi test. E se il direttore scientifico dello Spallanzani Giuseppe Ippolito tranquillizza, poiché "in Italia non c'è circolazione locale del virus", resta "improbabile" il rischio di contagio da soggetti asintomatici secondo l'epidemiologo Gianni Rezza.

 

Situazione in Italia:
 

  • Allo Spallanzani attualmente ci sono 11 ricoverati, 5 in attesa del risultato del test.
  • Ancora in terapia intensiva la coppia di cinesi.
  • Riparte la quarantena per i 55 italiani rientrati da Wuhan che si trovano alla Cecchignola. Negativi per loro i test effettuati con tampone faringeo, che verranno ripetuti.
  • Stanno "tutti bene" i 35 italiani sulla nave da crociera della Carnival Japan.  (FOTO)


 

Situazione all'estero:
 

  •  Dopo la morte del medico cinese Li Wenliang, che aveva dato per primo l'allarme sulla diffusione del coronavirus, Pechino annuncia un'indagine. Rabbia e cordoglio sui social cinesi.
  •  Standard & Poor's taglia al 5% le stime del Pil della Cina per il 2020. 
- di Redazione Sky TG24

Condizioni buone per l'italiano contagiato

 
- di Daniele Troilo

Nuovo bilancio vittime, in Cina 717 morti

Si allarga il contagio dal nuovo coronavirus della polmonite in Cina: l'ultimo bilancio delle autorità parla di 711 vittime e oltre 34 mila casi di contagio in tutto il Paese (nell'Hubei, la provincia più colpita, sono stati registrati 2.841 nuovi casi).
- di Daniele Troilo

Test negativo per giovane reatino

È risultato negativo il test di contagio da Coronavirus compito allo Spallanzani sul giovane studente reatino ricoverato dopo essere rientrato da un viaggio studio ad Hong Kong. "Stamane un giovane adolescente residente a Rieti - riferisce una nota della Asl di Rieti - e recentemente proveniente da un paese asiatico ha manifestato segni clinici solo parzialmente compatibili con infezione da coronavirus. Al fine di garantire la massima sicurezza per il paziente e la sua famiglia e in via del tutto precauzionale, il direttore generale della Asl di Rieti Marinella D'Innocenzo ha attivato il protocollo operativo che prevede il trasferimento presso il Centro Ospedaliero L. Spallanzani. Così il personale Ares 118 ha provveduto al trasporto nel nosocomio romano dei due. Gli esami clinici effettuati in serata sul giovane - conclude la nota - hanno dato esito negativo".
- di Daniele Troilo

Royal Caribbean esclude cinesi da navi crociera

La Royal Caribbean ha vietato l'imbarco sulle sue navi da crociera a chiunque abbia passaporto cinese, di Hong Kong o Macao fino a ulteriore preavviso; un divieto indipendente da quando gli eventuali ospiti siano stati in Cina l'ultima volta. L'Oms, l'Organizzazione mondiale della sanità, ha denunciato i pericoli di discriminazione contro gli asiatici per via del virus, definendo lo stigma etnico "completamente inaccettabile".
- di Daniele Troilo

Renault sospende produzione in fabbrica sudcoreana

Prevedendo la carenza di componenti provenienti dalla Cina, dove non si ferma l'epidemia da coronavirus, la Renault ha annunciato la sospensione per quattro giorni della produzione nel suo stabilimento sudcoreano a Busan. La casa automobilistica francese ha fatto sapere che lo stabilimento Renault Samsung Motors di Busan sarà chiuso dall'11 febbraio "per anticipare i problemi di approvvigionamento". Lo stabilimento (che conta 2.000 dipendenti) è l'unico sito produttivo del gruppo in Corea del Sud e immette sul mercato circa 216.000 veicoli ogni anno. La ripresa della produzione è prevista per lunedì 17 febbraio, dopo il fine settimana.
- di Daniele Troilo

Accertamenti su un italiano di 43 anni

E' un italiano di 43 anni, residente in provincia di Chieti, l'uomo che oggi pomeriggio si è presentato spontaneamente al pronto soccorso dell'ospedale di Chieti, lamentando sintomi influenzali e febbre. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione. Ha riferito di essere rientrato dalla Cina (dall'area di Guangdong), lo scorso 28 gennaio, senza alcun problema di salute, ma di aver trovato a casa i familiari colpiti da influenza stagionale. Nel pomeriggio di oggi, dopo essersi accorto di avere la febbre, si è recato al policlinico Santissima Annunziata, dove è stato attivato precauzionalmente il protocollo ministeriale per il Coronavirus.
Il paziente è stato ricoverato in isolamento nel reparto di malattie infettive in sorveglianza sanitaria. E' stato già sottoposto a una serie di esami clinici e accertamenti, seguendo i protocolli adottati per questi casi.
- di Redazione Sky TG24

Corea del Sud, matrimonio di massa.... con mascherina

- di Redazione Sky TG24

38 francesi rientreranno con volo Gb

 Altri 38 cittadini francesi che si trovano a Wuhan, la città cinese epicentro del coronavirus, saranno rimpatriati domenica con il volo britannico previsto dal Foreign Office. Lo ha annunciato la ministra della Salute francese, Agne's Buzyn, aggiungendo che per le persone di ritorno dalla Cina saranno previste misure di sorveglianza rinforzate. Queste inoltre dovranno evitare di uscire di casa per "attività non indispensabili". Inoltre il ministero di Parigi ha annunciato che "diversi" dei sei pazienti ricoverati in Francia dopo aver contratto il coronavirus "stanno meglio" e "potrebbero uscire nei prossimi giorni". 
- di Redazione Sky TG24

Minore reatino allo Spallanzani per verifiche

Un 15enne reatino, insieme alla madre, è stato trasferito dall'ospedale De Lellis di Rieti all'Istituto nazionale malattie infettive Spallanzani di Roma per accertamenti dopo aver accusato dei disturbi al rientro da un viaggio ad Hong Kong. La notizia è stata confermata all'Ansa da fonti sanitarie. Il trasferimento è avvenuto in via precauzionale secondo quando previsto dalle disposizioni sanitarie impartite in seguito all'emergenza Coronavirus.
- di Redazione Sky TG24

4 casi sospetti su nave crociera New Jersey

 Quattro passeggeri a bordo della nave da crociera Royal Caribbean arrivata venerdì mattina in un porto del New Jersey sono stati ricoverati in ospedale in maniera precauzionale come casi sospetti di coronavirus. Secondo quanto scrive il New York Post, uno dei passeggeri proveniva dalla Cina e aveva avuto la febbre mentre era a bordo della nave. Il Centers for Disease Control and Prevention, l'ente governativo che si occupa della salute pubblica, ha trasferito dalla nave altri 23 passeggeri di origini cinesi anche se non si ritiene abbiano il virus. Saranno messi su un aereo e rimandati in Cina.
- di Redazione Sky TG24

Rientrati ultimi studenti dalla Cina

 Baci, abbracci, lacrime di gioia e cartelli di benvenuto. Questa l'atmosfera all'aeroporto di Fiumicino per il rientro degli ultimi studenti italiani dalla Cina costretti a terminare il programma scolastico in anticipo a causa dell'emergenza coronavirus. Arrivati a Roma passando prima per Londra, i ragazzi sono quindi giunti nella tarda mattinata al Leonardo da Vinci con un volo della British Airways. A provvedere al rientro degli studenti, che si trovavano nel paese asiatico dalla scorsa estate per l'inizio dell'anno scolastico, è stata Intercultura, Fondazione nata per sostenere il dialogo tra le culture e gli scambi tra  giovani di varie nazioni. A quanto si è appreso gli studenti hanno raggiunto  Hong Kong da Shanghai e Pechino per poi spostarsi a Londra e quindi rientrare in Italia, in parte a Milano, in parte a Roma. (ANSA).
- di Redazione Sky TG24

Usa offrono 100 mln dlr alla Cina per combatterlo

 Il governo statunitense ha offerto 100 milioni di dollari alla Cina e ad altri Paesi per combattere l'epidemia da coronavirus. Lo ha reso noto su Twitter il segretario di Stato, Mike Pompeo. "Insieme possiamo avere un forte impatto". 
- di Redazione Sky TG24

Coronavirus, la strana morte di Li Wenliang scatena i social

- di Redazione Sky TG24

L’italiano ricoverato comunica con un tablet

"Il giovane ricercatore che si trova presso lo Spallanzani è sereno, in contatto con la famiglia e fiducioso nelle capacità dei professionisti dell'Istituto. Il ragazzo comunica e lavora utilizzando il suo iPad". Lo dichiara l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato in costante contatto con la direzione dell'INMI Spallanzani.
- di Daniele Troilo

L’Italia chiude temporaneamente i centri per i visti in Cina

L'Italia chiude in via temporanea i suoi centri per i visti in Cina fino al 16 febbraio allo scopo di ridurre il rischio di contagio da coronavirus. Lo si legge in un avviso postato oggi sul sito dell'ambasciata d'Italia a Pechino. A meno di ulteriori avvisi, la riapertura è attesa per il 17 febbraio. L'area dell'ambasciata è aperta solo a chi ha preso appuntamenti in anticipo e per questioni d'emergenza.
- di Daniele Troilo

Assistente di volo in osservazione all'ospedale Cotugno di Napoli: negativo al coronavirus

- di Redazione Sky TG24