Celibato sacerdoti, il libro è già uscito in Francia con Benedetto XVI come coautore

Mondo

Il controverso libro "Dal profondo dei nostri cuori” è uscito nelle librerie francesi con la doppia firma del cardinale Robert Sarah e dell’ex Pontefice, che ieri aveva chiesto che venisse modificato il suo nome in copertina dopo che era scoppiata la polemica

Il controverso libro "Dal profondo dei nostri cuori", con il nome di Benedetto XVI come coautore insieme al cardinale Robert Sarah, è uscito nelle librerie francesi. In alcune non è arrivato, ma questo pomeriggio il volume campeggia negli scaffali della più grande catena francese, la FNAC, come ha constatato l'Ansa. Un altro libraio ha aggiunto che nella seconda edizione il libro uscirà con la dizione "con la collaborazione di Benedetto XVI", come richiesto da Roma. Ieri Joseph Ratzinger aveva chiesto tramite monsignor Gaenswein che venisse cambiato il suo nome nella pubblicazione, in modo da non essere pià indicato come coautore.

La vicenda

Il caso è scoppiato dopo le anticipazioni di Le Figaro, contenenti l’altolà di Benedetto XVI a possibili aperture all'ordinazione sacerdotale di uomini sposati, proprio nel momento in cui Papa Francesco sta ultimando l’esortazione post-Sinodo sull'Amazzonia che potrebbe contenere indicazioni su questo tema. Dopo le prime indiscrezioni secondo cui Benedetto XVI si dichiarava estraneo alla stesura del volume, il cardinale Sarah aveva aveva definito "abietta" la polemica sul fatto che il Papa emerito non fosse informato della pubblicazione del libro. 

Attribuibile a Ratzinger la frase "Non posso tacere"

I giornalisti del quotidiano Le Figaro hanno intanto confermato che la frase "Non posso tacere!", citazione di Sant'Agostino (Silere non possum!), contenuta nel volume è attribuibile, secondo il libro, direttamente a Benedetto XVI, poiché il capitolo introduttivo in cui si trova reca a pagina 25 la firma dei due autori, Benedetto XVI e il cardinale Robert Sarah, con la data "Cité du Vatican, septembre 2019”. In un articolo pubblicato oggi, Le Figaro ha anche verificato con il segretario particolare e uomo di fiducia di papa Benedetto XVI, mons. Georg Gaenswein, l'autenticità del manoscritto: "Abbiamo controllato la traduzione dal testo originale tedesco, nessuna virgola è stata cambiata, il suo testo è al 100% di Benedetto XVI", ha affermato.

Il libro e le precisazioni dell’arcivescovo Gaenswein

Il libro è in effetti composto da un'introduzione, un testo di Benedetto XVI, un testo del cardinale Sarah e una conclusione. E contrariamente a quanto è stato scritto, l'arcivescovo Gaenswein conferma che Benedetto XVI sapeva che il tutto sarebbe stato pubblicato sotto forma di un libro poiché il Papa emerito aveva letto le bozze. L'edizione francese, già stampata, è stata rilasciata oggi così com'era. Ma monsignor Gaenswein ha confermato, sempre al quotidiano francese, che due elementi dovranno essere modificati per la seconda edizione e per le edizioni straniere. La copertina non dovrà più mettere i due autori allo stesso livello ma reciterà: "Cardinale Sarah con il contributo di Benedetto XVI". Sono inoltre circolate false informazioni su questo argomento sostenendo che il nome di Benedetto XVI sarebbe state "rimosso" dalla copertina, circostanza negata da Gaenswein, per iscritto, a Le Figaro. Inoltre, l'introduzione e la conclusione dell'opera non potranno essere firmate congiuntamente, come nella prima edizione, ma ci sarà questo chiarimento: "Scritto dal cardinale Sarah, letto e approvato da Benedetto XVI". "È per non suggerire - ha precisato l'arcivescovo Gaenswein - che si tratterebbe di un libro scritto 'a quattro mani' mentre Benedetto XVI ha dato il suo semplice contributo". Dopo l'edizione francese di Fayard, il libro uscirà in Italia - con le modifiche concordate - per Cantagalli.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24