Impeachment Trump, i capi d’accusa sono abuso di potere e ostruzione del Congresso

Mondo

Forse già l'11 dicembre il primo voto. Per il presidente della commissione giustizia Jerrold Nadler, il presidente Usa ha messo se stesso davanti al Paese minacciandone la sicurezza. Pelosi: “Minaccia per nostra democrazia”. Casa Bianca: “Nessuna prova di illeciti”

Abuso di potere e ostruzione del Congresso: sono questi i due “articoli”, ovvero i due capi d’accusa, che saranno messi al voto domani e dopodomani per l'impeachment del presidente statunitense Donald Trump nella vicenda dell'Ucrainagate (IL CASO UCRAINA-TRUMP). Lo ha annunciato il presidente della commissione giustizia Jerrold Nadler, sostenendo che il presidente abbia messo se stesso davanti al Paese minacciandone la sicurezza, corrompendo le elezioni e violando la costituzione. "Non c'è alcuna prova di illeciti da parte del presidente", replica la Casa Bianca. 

Pelosi: "Minaccia per democrazia"

"Il presidente Trump ha usato il potere del suo ruolo contro un Paese straniero per corrompere le nostre prossime elezioni. È una continua minaccia per la nostra democrazia e la nostra sicurezza nazionale”, afferma su Twitter la speaker della Camera Nancy Pelosi.

Casa Bianca: "Nessuna prova di illeciti"

"Non c'è alcuna prova di illeciti da parte del presidente”, ribadisce intanto la Casa Bianca in una nota in cui, punto per punto, replica alle accuse dei democratici. "L'Ucraina ha affermato che non c'è stata alcuna pressione e gli aiuti militari all'Ucraina non ci sarebbero senza il presidente Trump", si dice, sostenendo come l'amministrazione Obama "si era rifiutata per anni di farlo". "L'impeachment è un'ingiustizia e un inganno senza precedenti”, "Una pura e semplice follia politica”, scrive Donald Trump su Twitter parlando dell’impeachment. Il tycoon si definisce "il presidente che ha prodotto la più forte economia della storia del Paese" e ribadisce di non aver fatto "nulla di illecito".

Quarto presidente ad affrontare l'impeachment

Ora che gli articoli dell'impeachment sono stati svelati dai democratici, DonaldTrump è ufficialmente il quarto presidente nella storia degli Stati Uniti a dover affrontare l'impeachment. Prima di lui era toccato a Andrew Johnson, nel 1869; Bill Clinton, nel '98, mentre Richard Nixon, nel '74, si dimise quando era ormai chiaro che l'impeachment era in arrivo. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24