Giappone, caldo record: 65 morti in una settimana

Mondo
caldo_giappone

Il bilancio delle vittime causate dalle alte temperature sale a 80 da inizio luglio. Decine di migliaia i ricoveri in ospedale. Le autorità parlano di "disastro naturale"

L'ondata di caldo senza precedenti che ha colpito il Giappone ha fatto almeno 65 vittime in una settimana, con 22.647 persone ricoverate in ospedale. È il bilancio diffuso dalle autorità, mentre l'agenzia meteorologica ha classificato le temperature record di queste settimane come un "disastro naturale".

80 morti da inizio luglio

Il bilancio dall'inizio di luglio è di 80 morti e oltre 35mila ricoverati. Tra le vittime si conta un bimbo di 6 anni, deceduto durante una gita di classe. Il portavoce del governo, Yoshihide Suga, ha affermato che "sono richieste misure urgenti per proteggere le vite degli alunni": per l'anno prossimo tutte le scuole saranno dotate di aria condizionata e l'esecutivo sta valutando di estendere le vacanze estive.

Caldo record

Il conto delle vittime si aggiorna di ora in ora. Il clima torrido ha aggiornato il record della temperatura più alta mai registrata dall'Agenzia meteorologica nazionale si è avuto il 21 luglio: 41,1 gradi a Kumagaya, a nord di Tokyo. Il primato precedente, di 41 gradi, risaliva al 12 agosto del 2013 ed era stato rilevato nella nella città di Shimanto. L'emergenza più immediata riguarda le vite a rischio. Ma cresce la preoccupazione per i giochi olimpici che la capitale nipponica ospiterà nel 2020. Il caldo potrebbe rendere difficoltose o impraticabili alcune specialità, come la maratona.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.