Trump attacca May, poi fa passo indietro: "Mai relazioni migliori"

5' di lettura

Il presidente Usa, in visita in Gb, parla di "fake news" riferendosi all'intervista al Sun in cui avrebbe criticato la premier per una soft-Brexit. Durante la conferenza stampa, i due leader annunciano un accordo di libero scambio tra i due Paesi dopo l'uscita dall'Ue

"Io non ho criticato il primo ministro, ho molto rispetto per lei. È stata una storia raccontata diversamente. Ho detto cose fantastiche sul primo ministro. Queste sono fake news. L'unica cosa che chiedo a Theresa è di non avere restrizioni sul commercio". Così Donald Trump, in visita in Gran Bretagna, risponde a chi gli chiede spiegazioni sull'intervista rilasciata al Sun in cui avrebbe attaccato May per una soft-Brexit. Nell'intervista, in realtà, il presidente Usa lanciava diverse stoccate anche al sindaco di Londra Sadiq Khan per la gestione dell’emergenza terrorismo e all’Europa per il tema migranti. Risparmiava solo l'ex ministro degli esteri Boris Johnson (“sarebbe un eccellente primo ministro”). Dopo aver incontrato la premier, però, Trump assicura: "Mai relazioni migliori fra noi". May replica: "Dalla Brexit ci sono reali opportunità per un'intesa bilaterale con Usa". Poi i due leader, in conferenza stampa, annunciano un accordo di libero scambio tra i loro Paesi dopo l'uscita dall'Ue.

Accordo commerciale dopo Brexit

"Una volta concluso il processo della Brexit, gli Usa finalizzeranno un accordo commerciale con la Gran Bretagna. Sosteniamo la decisione del popolo britannico all'autodeterminazione. Un Regno Unito indipendente come gli Stati Uniti è una benedizione per il mondo", dice Trump dopo l'incontro con May. E, pur sottolineando che il dossier del commercio è una questione "complicata", assicura di essere pronto ad accettare "qualunque strada" il governo britannico deciderà di prendere nei negoziati con l'Ue. Anche May conferma la volontà di avere un accordo di libero scambio, "un accordo ambizioso che rafforzerà la cooperazione economica e creerà lavoro e benessere" per il Regno Unito e gli Stati Uniti d'America.

Trump: May non mi ha ascoltato su Brexit

Nell'intervista al Sun, invece, Trump avrebbe detto: "Mi piace" il primo ministro inglese Theresa May, ma "non ha ascoltato i miei consigli ed è andata nella direzione opposta" sulla Brexit. Il presidente statunitense, secondo il giornale, aveva dichiarato che il piano di uscita dall’Ue della May “ucciderà probabilmente” ogni chance di un accordo commerciale con gli Stati Uniti. “Se il piano è questo, allora è probabile che avremo a che fare con l'Unione Europea invece che con la Gran Bretagna e questo avrà effetto sui rapporti commerciali con gli Usa “sfortunatamente in modo negativo”. Più tardi la Casa Bianca aveva già corretto il tiro facendo sapere che il presidente "apprezza e rispetta moltissimo" il primo ministro May. La portavoce Sarah Huckabee Sanders aveva anche ribadito che Trump aveva detto che la premier "è una gran brava persona" e che il presidente "non ha mai detto nulla contro di lei". (GLI ITALIANI IN UK)

Gli attacchi a Khan e all’Europa

Trump nell’intervista non aveva risparmiato neanche l'Europa e i suoi leader, accusandoli di distruggere la cultura del continente consentendo l'ingresso di milioni di immigrati. “Mi piacciono i Paesi europei. Io sono un prodotto dell'Unione Europa. Ritengo che quello che è accaduto all'Europa sia un peccato. State perdendo la vostra cultura. L'ondata di immigrati sta cambiando l'Europa in peggio”. Poi le critiche si erano spostate sul sindaco di Londra, Sadiq Khan, accusato di aver fatto un cattivo lavoro sul terrorismo: “Non è ospitale nei confronti di un governo che è molto importante. Ora gli potrà non piacere l'attuale presidente, ma io rappresento gli Stati Uniti. E rappresento anche molte persone in Europa perché molti europei sono negli Usa”.

Le lodi a Johnson

Trump aveva invece riservato parole positive per Boris Johnson: “Mi piace molto. Ha parecchio talento, sarebbe un eccellente primo ministro inglese". Mi è dispiaciuto che abbia lasciato il governo”. Ieri Trump è stato accolto al Blenheim Palace, il palazzo dell'Oxforshire dove è nato Winston Churchill. Oggi il presidente degli Stati Uniti ha in programma di prendere un tè con la regina Elisabetta II, che ha definito "una donna incredibile" che "rappresenta al meglio il suo Paese”. Previste ingenti manifestazioni di protesta a Londra.

Trump a May: mai relazioni migliori fra noi

Dopo le critiche che hanno seguito l'intervista, già prima della conferenza stampa con May, Trump aveva cambiato radicalmente tono. Soprattutto prima dell'apertura dei colloqui del vertice nella residenza governativa dei Chequers, nel Buckinghamshire. "Probabilmente non avevamo mai sviluppato una relazione migliore fra noi" come nella cena di gala di ieri, ha detto il presidente americano ignorando le domande urlate dai reporter sull'intervista. Stringendo la mano a May, ha detto sorridente: "E' bello rivederti". 

May: vere opportunità dalla Brexit

"Abbiamo molto di cui discutere, a partire dalla 'special relationship' fra Regno Unito e Usa, che è grande", ha replicato la premier Theresa May nello scambio iniziale del vertice con Donald Trump. "Dobbiamo discutere in particolare delle reali opportunità di questo accordo di libero scambio (bilaterale) quando noi usciremo dall'Ue". E naturalmente "della politica estera, di difesa e dei temi della sicurezza, su cui lavoriamo davvero a stretto contatto con gli Usa".

Data ultima modifica 13 luglio 2018 ore 16:15

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"