Volo Roma-Chicago deviato in Irlanda: in bagno appunti sospetti

L'aeroporto di Shannon (Google earth)
2' di lettura

Per "potenziali motivi di sicurezza", il Boeing 767 con a bordo 207 passeggeri e 11 membri dell'equipaggio è stato fatto atterrare all'aeroporto di Shannon, in Irlanda. A far scattare l'allarme alcuni fogli: in uno si faceva riferimento a una bomba a bordo

Paura sul volo 971 di United da Roma a Chicago. Per “potenziali motivi di sicurezza” il Boeing 767 con a bordo 207 passeggeri e 11 membri dell'equipaggio è stato fatto atterrare all'aeroporto di Shannon, in Irlanda. A far scattare l'allarme, secondo indiscrezioni, sono stati alcuni appunti rinvenuti in un bagno del velivolo: in uno si faceva riferimento a una bomba a bordo.

Attivate le misure di sicurezza

Alla luce della scoperta e dopo aver valutato la situazione, l'equipaggio ha deciso la deviazione allo scalo più vicino, lanciando il “May Day” intorno alle 12.45 e informando i controllori di volo della decisione. Il volo è atterrato in un'area isolata dell'aeroporto di Shannon alle ore 14.15 locali. Lo scalo, messo in allarme, ha atteso il velivolo con tutte le misure di sicurezza per simili situazioni di emergenza. Una volta a terra il velivolo è stato circondato da pompieri e polizia. I passeggeri sono stati fatti sbarcare 40 minuti dopo l'atterraggio.

Esame grafologico per i passeggeri

La polizia sul posto ha avviato le indagini, chiedendo ai passeggeri dei campioni della loro scrittura così da poterli confrontare con quella dei biglietti rivenuti nei bagni. Controlli sia sui bagagli in stiva sia quelli a mano. Il volo è partito da Roma alle 10.30 del mattino e sarebbe dovuto atterrare a Chicago alle 14.00 ora locale. Per ora si stima che il velivolo non ripartirà prima di domani alle 15.00. I passeggeri trascorreranno la notte in alberghi vicino allo scalo.

Data ultima modifica 11 giugno 2018 ore 22:30

Leggi tutto
Prossimo articolo