Cambridge Analytica, indagine di Fbi e dipartimento Giustizia Usa

La sede di Cambridge Analytica a New York
2' di lettura

Lo svela il New York Times. Gli inquirenti hanno interrogato diversi ex dipendenti e i rappresentanti delle banche legate al business dell'azienda protagonista dello scandalo dei dati

Il dipartimento di Giustizia americano e l'Fbi hanno aperto un'indagine su Cambridge Analytica. A svelarlo è il New York Times che spiega anche che gli investigatori, nelle ultime settimane, hanno interrogato diversi ex dipendenti e i rappresentanti delle banche legate al business dell'azienda protagonista dello scandalo dei dati 'rubati' a oltre 50 milioni di utenti Facebook. 

Indagine nelle fasi iniziali

Per il giornale americano l’indagine riguarda sia la società, sia "persone ad essa associate", ma sarebbe ancora nelle fasi iniziali, con gli inquirenti impegnati a ottenere un quadro generale dell’azienda e delle sue pratiche di business. Sulle indiscrezioni, però, né l’azienda né Fbi e dipartimento di Giustizia hanno voluto rilasciare commenti. 

Facebook e la revisione interna dopo lo scandalo dei dati

La notizia delle indagini arriva dopo l’annuncio di Facebook di aver sospeso circa 200 app alla fine della prima fase del processo di revisione interna - lanciata a marzo - di Mark Zuckerberg, in risposta allo scandalo dei dati. Ma "per scoprire tutte le app che hanno usato in maniera impropria i dati dei nostri utenti ci vorrà tempo", hanno fatto sapere dal social network. Inoltre, Facebook starebbe indagando su una 'fuga' di dati simile a quella svelata dal caso Cambridge Analytica, come sostiene un'inchiesta del settimanale New Scientist. A inizio maggio, intanto, Cambridge Analytica ha avviato le procedure di insolvenza in Gran Bretagna e ha annunciato che tutte le operazioni sono cessate.

Leggi tutto
Prossimo articolo