Indonesia, erutta il vulcano Monte Merapi: ordinata evacuazione

Un membro del team "Search and Rescue" al lavoro per costruire un rifugio temporaneo per la popolazione di Sleman (Getty)
1' di lettura

Il cratere, che si trova sull’isola di Giava ed è il più attivo di tutto il Paese, ha ripreso l'attività lanciando una colonna di fumo e gas alta 5,5 km. Le autorità hanno disposto lo sgombero dei residenti della zona: non si registrano feriti o vittime

Una nuova eruzione del Monte Merapi si è verificata questa mattina, 11 maggio, in Indonesia. Il vulcano ha lanciato nel cielo una colonna di fumo e gas alta cinque chilometri e mezzo. Per il momento non si segnalano feriti o vittime ma le autorità hanno ordinato l'evacuazione dei residenti della zona in un raggio di cinque chilometri intorno al cratere.

Chiuso l'aeroporto di Yogyakarta

A causa dell'eruzione, l'aeroporto di Yogyakarta è stato temporaneamente chiuso, mentre sono ritornati a casa senza problemi i circa 120 scalatori che in quel momento si trovavano sul pendio del vulcano. Il Monte Merapi, alto 2.968 metri, si trova al centro dell’isola di Giava, ed è il più attivo tra i 500 vulcani del Paese. Durante la sua ultima eruzione, nel 2000, sono morte 347 persone e più di 300mila sono state evacuate.

Leggi tutto
Prossimo articolo