Kosovo, lacrimogeni in Parlamento contro intesa su confine Montenegro

2' di lettura

Dopo le ripetute interruzioni dei lavori in aula, Pristina ha approvato la legge di ratifica dell'accordo sulla linea di demarcazione della frontiera fra i due Paesi. Un video su Storyful mostra il lancio dei candelotti da parte dell'opposizione nazionalista. VIDEO

Lancio di lacrimogeni durante la seduta in Parlamento. E' successo a Pristina, mentre l'aula era impegnata nella discussione sull'accordo con il Montenegro sulla linea di demarcazione della frontiera fra i due Paesi. Dopo diverse interruzioni, il governo ha approvato la ratifica della legge: i voti a favore sono stati 80, tanti quanti richiesti dal quorum dei due terzi (sul totale di 120 deputati), i contrari 11.

Lancio di lacrimogeni in Aula

Prima del voto, come mostra un video su Storyful, almeno due deputati della sinistra nazionalista, contrari all'intesa, hanno lanciato in Aula diversi lacrimogeni. Secondo l'opposizione, l'accordo comporterebbe una perdita di territorio per il Kosovo. La ratifica, però, è stata posta dalla Ue come condizione per l'abolizione dell'obbligo del visto ai cittadini kosovari in viaggio nell'Unione europea. I cittadini kosovari sono gli unici nei Balcani ad avere ancora bisogno del visto per girare in Europa.

Autodeterminazione

Il movimento radicale di opposizione 'Autodeterminazione' già nei mesi scorsi era stato protagonista di azioni simili di ostruzionismo dei lavori parlamentari. 

Decennale Kosovo, grandi feste a Pristina

Leggi tutto
Prossimo articolo