Molestie, sospeso cofondatore di Guess dopo le accuse di Kate Upton

Kate Upton, lo scorso 7 febbraio in un'intervista a Time, ha dichiarato di essere stata molestata più volte da Marciano mentre lavorava per Guess (Getty Images)
2' di lettura

L'azienda ha annunciato anche l'istituzione di una commissione speciale composta da due direttori indipendenti per verificare se il fashion designer della linea di moda abbia tenuto un comportamento improprio con le modelle

Lo scandalo delle molestie non risparmia nemmeno il marchio Guess. Paul Marciano, il cofondatore della linea di moda pret-a-porter, è stato sospeso da ogni incarico operativo in azienda fino a quando l'inchiesta a suo carico non farà luce sulle accuse di abusi sessuali nei confronti di alcune modelle. La principale accusatrice del direttore creativo di Guess è la top model Kate Upton che, lo scorso 7 febbraio in un'intervista a Time, aveva dichiarato di essere stata molestata più volte da Marciano mentre lavorava per la linea di moda. Prima di confidarsi alla rivista statunitense, la top model aveva pubblicato sui social un post in cui scriveva: "Guess, che è un brand per le donne, non dovrebbe avere Paul Marciano come suo direttore creativo. Lui non dovrebbe sfruttare il suo potere nell'industria per aggredire sessualmente ed emotivamente le donne".

La difesa di Marciano

Il consiglio di amministrazione di Guess ha fatto sapere in una nota di aver formato "una commissione speciale composta da due direttori indipendenti per verificare se Marciano abbia tenuto un comportamento improprio". Il fashion designer, dopo le accuse ricevute dalla top model, aveva diffuso una nota in cui dichiarava: "Non sono mai stato solo con Kate Upton, mai toccata in modo inappropriato. Sostengo il movimento #MeToo, ma non permetterò che mi diffamino e appannino la mia reputazione".

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"