Nord Corea, la minaccia di Kim: sulla mia scrivania pulsante nucleare

Mondo

Il leader nordcoreano ha ribadito che potrebbe colpire gli Stati Uniti con un'arma nucleare in qualsiasi momento. Ma ha anche detto che quelle armi non saranno usate a meno che il suo Paese non sia minacciato da un'aggressione

Il leader nordcoreano, Kim Jong Un, ha ribadito che potrebbe colpire gli Stati Uniti con un'arma nucleare in qualsiasi momento: "Il pulsante nucleare è sempre sulla mia scrivania", ha minacciato. Ma ha anche detto che quelle armi non saranno usate a meno che il suo Paese non sia minacciato da un'aggressione.

"Forza nucleare completata"

Nel suo discorso per il muovo anno, Kim ha anche promesso di concentrarsi quest'anno sulla produzione di testate nucleari e missili e ha assicurato che la forza nucleare del paese "è stata "completata". Poi, con toni più concilianti, ha anche aperto la porta al dialogo con la Corea del Sud, dicendo che potrebbe inviare una delegazione ai Giochi olimpici invernali che si terranno nel Paese 'cugino' a febbraio. Le stazioni televisive della Corea del Sud hanno interrotto la trasmissione del discorso prima che finisse.

Il 2017 di Kim Jong Un

I discorsi che Kim tiene il 1° gennaio hanno di solito fornito indicazioni sulla direzione politica dell'anno avvenire: un anno fa, il giovane dittatore aveva preannunciato che la Corea del Nord era nell' "ultima fase" di lavoro per testare un missile balistico intercontinentale; e nel corso del 2017 ne ha lanciati tre. Oltre a questi test, nell'anno appena trascorso, la Corea del Nord ha anche fatto detonare il sesto e più potente ordigno nucleare finora testato e ha lanciato più di una dozzina di altri missili. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24