Nobel per la Letteratura a Kazuo Ishiguro, autore di "Non lasciarmi"

Mondo

Originario del Giappone, lo scrittore naturalizzato britannico vive in Inghilterra dal 1960. Premiato per "l'eccezionale forza emotiva", ha pubblicato sette romanzi, tra i quali "Quel che resta del giorno", da cui è stato tratto l'omonimo film con Anthony Hopkins

Assegnato il premio Nobel per la letteratura 2017: il vincitore è Kazuo Ishiguro, scrittore inglese – originario del Giappone – autore, tra gli altri, di "Quel che resta del giorno" e "Non lasciarmi". Lo scrittore è stato premiato perché, "con i suoi romanzi di eccezionale forza emotiva, ha svelato l’abisso sotto il nostro senso illusorio di connessione con il mondo”.   

Ishiguro: spero dia speranza

"Questa notizia è sorprendente e del tutto inaspettata" sono le prime parole di Ishiguro. "Questo premio - aggiunge  -  arriva in un momento in cui il mondo vive grande incertezza, costantemente alla ricerca dei propri valori, della prorpia leadership, della propria sicurezza. Spero solo che questo riconoscimento possa, in qualche modo, incoraggiare le forze del bene e la pace".

In Inghilterra dal 1960

Nato a Nagasaki, Giappone, l’8 novembre del 1954, si è trasferito con la famiglia in Inghilterra nel 1960, dove vive da allora. Qui, si è laureato nel 1978 in letteratura e filosofia e attualmente vive a Londra con la moglie scozzese e la figlia. Ishiguro scrive i suoi romanzi in lingua inglese. Nel 2008 il «Times» ha incluso Ishiguro fra i 50 più grandi autori britannici dal 1945.

L'ultimo romanzo

Tutti i suoi romanzi sono tradotti in Italia da Einaudi, compreso l’ultimo, "Il gigante sepolto", uscito nel 2015 dopo 10 anni di silenzio. Quest'ultimo è un romanzo mitologico, ambientato nella Britannia del V secolo immersa però in una dimensione fantastica, dove troviamo orchi, draghi e giganti tra i protagonisti, oltre a Re Artù e Beowulf. 

Le trasposizioni cinematografiche

Da "Quel che resta del giorno" (scritto nel 1989 e vincitore del Man Booker Prize) è stato tratto un film con Anthony Hopkins ed Emma Thompson, diretto da James Ivory. Il romanzo "Non lasciarmi" (del 2005) ha invece ispirato un film con la regia di Mark Romanek. Quest'ultimo best seller è stato inoltre inserito da Time nella lista dei 100 migliori romanzi in lingua inglese pubblicati dal 1923 al 2005. 

Gli altri premi Nobel 2017

Già assegnati, nei giorni scorsi, altri tre premi Nobel. Quello per la Medicina è andato a Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash e Michael W. Young, per aver individuto il meccanismo molecolare che controlla il ritmo circadiano, ossia il comportamento dell'orologio biologico. Rainer Weiss, Barry C.Barish e Kip S.Thorne sono invece i vincitori del premio Nobel per la Fisica, per il loro contributo alla scoperta delle onde gravitazionali. Il premio per la Chimica è stato infine assegnato a Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson, grazie allo sviluppo del microscopio crio-elettronico, una tecnica che permette di esplorare in 3D la struttura tridimensionale delle molecole biologiche.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24