Attentato Londra, May e Khan: vicini ai feriti dell'atto terroristico

Mondo
getty_theresa_may

La premier britannica e il sindaco di Londra hanno espresso su Twitter la propria gratitudine verso i soccorritori e condannato duramente l'attacco. Scotlando Yard critica Trump per le sue affermazioni

Le reazioni all’esplosione avvenuta sulla metropolitana di Londra questa mattina, 15 settembre, non hanno tardato ad arrivare: vicinanza ai feriti e condanna per l’atto terroristico arrivano sia dal primo ministro Theresa May che dal sindaco di Londra Sadiq Khan.

"Non saremo mai sconfitti dal terrorismo"

Dopo Scotland Yard, anche la premier britannica Theresa May ha parlato dell'attacco: “I miei pensieri vanno ai feriti a Parsons Green e ai servizi di soccorso che stanno rispondendo coraggiosamente all’atto terroristico”. Le fa eco il sindaco di Londra, Sadiq Khan che su Twitter posta un comunicato in cui ringrazia “tutti i coraggiosi responsabili dei soccorsi e il personale dei trasporti londinesi che per primi si sono recati sul posto”. Il primo cittadino ha assicurato inoltre che, “come Londra ha dimostrato più volte, non saremo mai intimiditi o sconfitti dal terrorismo”. “La città – ha aggiunto – condanna gli orribili individui che tentano di usare il terrore per danneggiarci e distruggere il nostro modo di vivere” e invita tutti i londinesi a restare tranquilli e vigili. Sempre su Twitter, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha scritto: “I miei pensieri vanno ai feriti nella codarda esplosione della metro a Londra. Il terrorismo non conosce confini e sarà sconfitto lavorando insieme".

Trump: "Terroristi erano nel mirino della polizia". Critiche di Scotland Yard

"Un altro attacco a Londra da parte di un terrorista perdente. Si tratta di persone malate e dementi che erano nel mirino di Scotland Yard. Bisogna essere reattivi!" Queste le parole affidate a Twitter dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che nei post successivi aggiunge: "Bisogna usare maniere più forti con i terroristi perdenti". E poi, a proposito del bando per migranti emanato lo scorso marzo dalla sua amministrazione dice: "dovrebbe essere più ampio, più duro e più specifico ma, stupidamente, questo non sarebbe politically correct!". 

Parole che però hanno scatenato le critiche di Scotland Yard che le ha definite "meramente strumentali". "I tweet del presidente americano "non aiutano", ha aggiunto un portavoce della polizia, spiegando che "chiunque abbia informazioni relative all'indagine, dovrebbe mettersi in contatto on l'antiterrorismo


Leggi anche:
  • Londra, esplosione nella metro. Polizia: "E' terrorismo". DIRETTA
  • Esplosione metro di Londra, dove si trova la stazione di Parsons Green
  • Corea del Nord, missile sopra il Giappone. Il lancio vicino Pyongyang
  • Omicidio Noemi Durini, il Csm: "Verificheremo eventuali omissioni"
  • Un morto e alcuni intossicati dopo il pranzo di nozze: attesa autopsia
  • Mondo: I più letti

    Arriva sempre primo

    Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

    Hai attivato le notifiche di sky tg24