Kenya, Corte suprema annulla elezioni presidenziali: si torna al voto

Mondo
1-kenya-getty

I cittadini si erano recati alle urne l’8 agosto e i risultati avevano riconfermato l’uscente Uhuru Kenyatta. Lo sfidante Raila Odinga aveva parlato di brogli realizzati grazie alle infiltrazioni di hacker nella banca dati elettorale: “Giorno storico per tutta l’Africa”

I kenyani dovranno tornare alle urne entro 60 giorni. La Corte suprema del Paese ha infatti annullato per irregolarità le elezioni presidenziali dell'8 agosto scorso, che avevano visto la riconferma dell'uscente Uhuru Kenyatta con il 54,31% delle preferenze. Quattro dei sei giudici hanno votato in favore della petizione presentata dal principale sfidante di Kenyatta, Raila Odinga.

Il presunto attacco hacker

"Un giorno veramente storico per il popolo del Kenya e per tutta l'Africa". Questo il commento di Odinga, che aveva denunciato i brogli ancor prima dell’esito definitivo del voto sostenendo che alcuni hacker avrebbero manipolato i risultati infiltrandosi nella banca dati della commissione elettorale. Alla vittoria del presidente uscente erano seguiti numerosi scontri e l’opposizione della National Super Alliance aveva denunciato la morte di più di 100 cittadini in quattro giorni, mentre i media e la polizia parlavano di poco più di 10 vittime.

Kenyatta: truffatori

Diverso il parere del presidente Uhuru Kenyatta, che accusa la Corte Suprema e i "suoi truffatori" si avergli sottratto la vittoria alle presidenziali. Kenyatta ha comunque dato l'impressione di aver già avviato la sua nuova campagna elettorale e ha promesso di trasformare Nairobi "in modo tale che sembrerà' Londra".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24