Milano, trovato morto modello Gabriel Da Silva. Indagato il compagno

Lombardia
©Ansa

Il giovane brasiliano conviveva con un 71enne italiano. I due si conoscevano dal 2019. Martedì sera il festino in casa a base di droga e sesso e il ritrovamento del cadavere appoggiato su un sacchetto di plastica nella mattinata di giovedì 12 gennaio

ascolta articolo

Il cadavere di Gabriel Luiz Dias Da Silva, 27enne di origini brasiliane, viene trovato a Milano nell’appartamento dell’uomo con cui negli ultimi mesi il giovane avrebbe instaurato una relazione, seppur non fissa. Il corpo è steso sul letto con la schiena coperta da un lenzuolo. Il volto è su un sacchetto di plastica appoggiato sul cuscino. Nessun segno evidente di violenza sul corpo. I due si conoscevano dal 2019, ma la frequentazione era diventata sempre più stretta dopo che il pensionato, prima dell’estate, aveva chiuso una lunga storia con il precedente convivente.

 

La versione del compagno

vedi anche

Trafficante di droga arrestato in Spagna dalla polizia di Milano

È il compagno di Da Silva che chiama i soccorsi. Ed è lui, a fine giornata, a risultare indagato a piede libero per omicidio colposo e omissione di soccorso. Due ipotesi per una morte ancora da chiarire, che le parole del sospettato, a lungo interrogato nel pomeriggio dal pm di turno Simona Ferraiuolo e dai carabinieri della compagnia Porta Monforte e del Nucleo investigativo, non hanno aiutato a ricostruire. Davanti agli investigatori il 71enne ha raccontato quelli che sono stati gli ultimi momenti passati con il 27enne. La serata in casa, con amici, a base di sesso e droghe e la notte in camere separate. A detta del pensionato non sarebbe entrato nella stanza del brasiliano sino all’indomani, quando scopre il cadavere e chiama i soccorsi.  

Decisivi gli esami disposti

vedi anche

Droga: a Genova 51 minori (+11%) segnalati come assuntori

Per capire cosa sia davvero accaduto e chiarire se sia stato un malore, un incidente durante un gioco erotico o un omicidio saranno decisivi gli esiti degli esami tecnici disposti sul materiale sequestrato nell’alloggio (a partire dai cellulari e dal computer portatile), i risultati dei test tossicologici, che dovranno verificare quali sostanze tra droghe e farmaci abbia assunto il 27enne brasiliano nelle ore precedenti, e soprattutto l’autopsia.

 

Milano: I più letti