Magenta, bancarotta di una società: sequestrati 19 milioni di euro

Lombardia
©Ansa

Le indagini sono scaturite a seguito del crac della società, con "ramificazioni internazionali", per debiti che si aggirano intorno ai 200 milioni di euro, e che aveva lasciato senza lavoro circa un centinaio di dipendenti

La guardia di finanza di Milano ha eseguito nove ordinanze di sequestro preventivo emesse dal Tribunale del Riesame nei confronti di altrettanti indagati, per un valore complessivo di oltre 19 milioni di euro, in un'inchiesta con al centro il fallimento, dichiarato nel 2018, della Stf spa, società di Magenta, che era attiva da decenni nella produzione di caldaie.

Le indagini

Le indagini sono scaturite a seguito del crac della società, con "ramificazioni internazionali", per debiti che si aggirano intorno ai 200 milioni di euro, e che aveva lasciato senza lavoro circa un centinaio di dipendenti. Nel corso dell'inchiesta gli investigatori hanno riscontrato "distrazioni di denaro dalle casse aziendali, perpetrate almeno a partire dal 2008 da parte del management della società". Il sequestro è a carico "dei nove membri della famiglia (Trifone, ndr) proprietaria dell'impresa" e segue quello effettuato a inizio anno su una "porzione di un palazzo signorile settecentesco" a Noto (Siracusa) acquistata nel 2014 "con il profitto diretto delle distrazioni dalle casse societarie".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24