Abusi su 15enne nel Milanese, seminarista ammette violenze davanti gip

Lombardia

Il 26enne è accusato di violenza sessuale aggravata e produzione di materiale pedopornografico

Durante l'interrogatorio davanti al gip di Milano Alessandra Clemente, ha ammesso i fatti il ventiseienne ex seminarista accusato di aver abusato di una ragazzina di 15 anni. All'uomo, aiuto di un parroco e addetto alla gestione di un oratorio nel Milanese, poi allontanato dall'istituto ecclesiastico a seguito della vicenda, è stata notificata una misura di obbligo di allontanamento e divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla giovane vittima, ossia l'oratorio, la parrocchia e la scuola del paese. E' accusato di violenza sessuale aggravata e produzione di materiale pedopornografico.

La vicenda

L'ex seminarista, approfittando delle insicurezze della minorenne, aveva prima intrapreso un fitto scambio di messaggi con lei per poi violentare la giovane. La scoperta di quanto accaduto, come emerso nelle indagini del pm Alessia Menegazzo, è avvenuta dopo che la 15enne è finita in ospedale, dove è rimasta ricoverata per alcune settimane a causa delle gravi conseguenze psicologiche e fisiche per quello che aveva subito. Subito dopo il 26enne è stato trasferito in una località lontana dall'oratorio, dove gli è stata notificata la misura disposta dal giudice.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24