Covid Lombardia, Moratti: "Vaccini? La Regione supera media per fasce 60-79 anni"

Lombardia
©Ansa

Così il vicepresidente e assessore al Welfare della Regione: "Nella relazione si legge che, al di là degli adolescenti (gli ultimi ad avere iniziato la campagna vaccinale), la fascia d'età di residenti lombardi più lenta è quella dei trentenni, con il 62.55% di copertura con prima dose"

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti

 

"La Lombardia ha finalmente superato la media italiana di copertura vaccinale con seconda dose delle fasce d'età critiche dei 60-69 e 70-79 anni". Lo comunica in un post su Facebook il vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti.

È stata notificata ai parenti delle persone offese, individuate dalla Procura di Lodi, la richiesta di archiviazione dell'inchiesta per omicidio colposo e epidemia colposa, nata dall'esposto che era stato presentato nella primavera dello scorso anno dai parenti di 77 anziani ricoverati nella Residenza sanitaria assistita Borromea di Mediglia, che avevano perso la vita contagiati da covid-19. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA)

18:17 - in Lombardia 407 casi su quasi 32mila tamponi

Sono 407, a fronte di 31.954 tamponi eseguiti, i nuovi casi di coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore per un tasso di positività che scende all'1,2%. I ricoverati in terapia intensiva sono 31 (+1) mentre quelli ricoverati nei reparti ordinari sono 136 (-2). Non si sono registrate vittime sono state 33.810 dall'inizio della pandemia). Per quanto riguarda i dati per provincia: a Milano sono stati 153 di cui 89 a Milano, a Bergamo 22, a Brescia 45, a Como 7 come Cremona. A Lecco i casi sono stati 8, a Lodi, 6, a Mantova 15, in Monza e Brianza 48, a Pavia 10, a Sondrio 4 a Varese, infine, 46

17:34 – Vaccino, Ats lombarde: “Rispetteremo la legge per i sanitari”

Le Agenzie di Tutela della Salute lombarde, ATS Brescia, ATS Bergamo, ATS Val Padana e ATS Montagna destinatarie di un ricorso al TAR di Brescia promosso da trecento tra medici, infermieri e altri operatori sanitari per contestare l'obbligo di sottoporsi alla vaccinazione anti SARS-Cov-2, dopo l'udienza del 14 luglio scorso proseguono nel dare esecuzione alla legge n° 76/2021 che individua la vaccinazione come requisito essenziale per l'esercizio della professione sanitaria. Lo annunciano le Ats coinvolte. "Non essendo stati sospesi i procedimenti fin qui avviati, le Agenzie di Tutela della Salute adotteranno a breve gli atti di accertamento dell'inosservanza dell'obbligo vaccinale per le finalità prescritte e imposte dalla legge" viene assicurato.

16:59 - Lodi, Procura chiede l'archiviazione per 77 morti in una Rsa

E' stata notificata ai parenti delle persone offese individuate, dalla Procura di Lodi, la richiesta di archiviazione dell'inchiesta, per omicidio colposo e epidemia colposa, nata dall'esposto che era stato presentato nella primavera dello scorso anno da parenti di 77 anziani ricoverati nella Residenza sanitaria assistita Borromea di Mediglia, che avevano perso la vita contagiati da covid-19. Lo ha spiegato il Procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro.

12:54 - Vaccini, Moratti: "Lombardia supera media per fasce 60-79 anni"

"La Lombardia ha finalmente superato la media italiana di copertura vaccinale con seconda dose delle fasce d'età critiche dei 60-69 e 70-79 anni". Lo comunica in un post su Facebook il vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti, spiegando che il dato è stato rilevato dal 'Bollettino pandemia Sars-Cov-2 Lombardia e resto d'Italia' a cura di Davide Manca, docente del Politecnico di Milano, sulla base dei dati epidemiologici di ieri. "Nella relazione - prosegue Moratti - si legge che, al di là degli adolescenti (gli ultimi ad avere iniziato la campagna vaccinale), la fascia d'età di residenti lombardi più lenta è quella dei trentenni, con il 62.55% di copertura con prima dose", dove, a livello nazionale, si rileva che quasi il 44% dell'intera popolazione italiana è completamente vaccinata e quasi il 60% degli italiani hanno ricevuto almeno la prima dose". Intanto, "ieri, abbiamo toccato 11.070.008 somministrazioni con un incremento giornaliero di 96.742 iniezioni del nostro piano vaccinazioni. Nello specifico, abbiamo raggiunto 6.509.597 di prime dosi e 4.388.577 di seconde dosi con il 96,81% di 'somministrato' rispetto alle dosi consegnate", conclude.

11:13 - Walter Ricciardi: "Green Pass per ambienti pubblici"

"Non stiamo uscendo dalla pandemia, stiamo invece attraversando un'ulteriore fase dell'emergenza. Per questo dobbiamo essere lucidi e razionali. Ogni volta che si è detto che ne stavamo uscendo, si è abbassata la guardia e il virus è tornato a circolare in maniera preoccupante". Lo ha dichiarato oggi Walter Ricciardi, direttore scientifico di ICS Maugeri e consulente del ministro della Salute, a margine della "Giornata del Ricercatore" in corso di svolgimento alla sala convegni dell'istituto Maugeri di Pavia. "Oggi il virus è molto più contagioso di quello che si era manifestato in Cina all'inizio della pandemia - ha sottolineato Ricciardi -. Una persona che ha contratto l'infezione oggi è in grado a sua volta di infettarne altre 7 o 8. Per porre freno alla circolazione del virus c'è una sola strada: aumentare la velocità della campagna vaccinale. Il Green Pass è necessario per accedere in sicurezza agli ambienti pubblici: una scelta che va presa all'insegna della razionalità e dell'equilibrio".

10:48 - Vaccini, per posti letto in Statale Milano obbligo Green Pass 

Avranno tempo fino al il 31 dicembre per vaccinarsi contro il Covid gli studenti che desiderano aver un posto letto negli studentati dell'Università Statale di Milano. Come scrivono Il Giorno e La Repubblica nelle pagine locali, la decisione è stata deliberata dal Cda dell'Ateneo, che ha approvato nuovi criteri per l'assegnazione degli alloggi, fra i quali la vaccinazione. Durante la pandemia il numero di posti letto è stato dimezzato per garantire il distanziamento: le doppie sono state trasformate in singole, come nelle altre università. Così sarà fino al 31 dicembre. "Nel frattempo, l'amministrazione si farà parte attiva per estendere progressivamente l'utilizzo delle camere, garantendo la graduale assegnazione di tutti i posti disponibili - è scritto nella delibera -. La situazione di utilizzo a pieno regime sarà ottenuta entro la data indicata attraverso la copertura vaccinale dei beneficiari del posto alloggio". L'obiettivo è quindi tornare a tutti i 1.088 posti a disposizione (le richieste sono storicamente molte di più). Questo con il Green pass. "È una misura presa in primis per poter tornare alla capienza piena nelle residenze - sottolinea la prorettrice ai Servizi agli studenti, Marina Brambilla -. Nell'ultimo anno abbiamo dovuto bandire tutte le doppie e anche le triple in singole, questo per evitare la condivisione dei bagni e problemi nella gestione delle quarantene. Situazione che si è protratta già per un anno e mezzo, ma va contro a un altro diritto: quello degli studenti di avere posti letto. Di fatto bisogna prendere delle scelte, visto che già l'offerta è inferiore alle richieste. Noi abbiamo 64mila studenti e una quota del 15-20% è fuorisede".

10:19 - Vaccini, Giorgio Gori: "Genitori immunizzino figli di 12-18 anni" 

"Spero che la gente capisca che va immunizzata la fascia fra i 12 e i 18 anni". Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha parlato anche di questo in un'intervista di metà mandato all'Eco di Bergamo. Il primo cittadino della città più colpita dalla prima ondata di Coronavirus si è chiesto "come mai i genitori non esercitino la loro potestà appieno: dovrebbero farlo spontaneamente, anche solo per proteggere i propri figli, oltre che l'intera comunità". E proprio per proteggere la comunità Gori spera nella "adozione in tempi stretti di un green pass alla francese visto che le prossime settimane saranno quelle con più socialità".

7:05 - In Lombardia 208 contagi su 11.621 tamponi

Sono 208 i nuovi casi di positivi al coronavirus in Lombardia nelle ultime 24 ore a fronte di 11.621 tamponi effettuati con un tasso di positività dell'1,7%. I ricoverati In terapia intensiva sono 30 mente quelli nei reparti ordinari sono 138. Si registra un nuovo decesso. Per quanto riguarda le province: a Milano i nuovi casi sono 100 di cui 64 a Milano città, a Bergamo uno, a Brescia nove, a Como cinque, a Cremona 10, a Lecco tre, a Lodi tre, a Mantova 10, in Monza e Brianza tre, a Pavia quattro, a Varese 41, nessuno a Sondrio.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24