Fermato al confine con la Svizzera dice di avere una bomba in auto: falso allarme

Lombardia

Le parole dell'uomo, fermato al confine a Gaggiolo (Varese), hanno innescato il protocollo di sicurezza con evacuazione di abitazioni e strutture commerciali nell'arco di 500 metri, ma gli artificieri intervenuti non hanno trovato alcun esplosivo. In corso gli accertamenti per risalire al motivo del gesto, il 40enne rischia una denuncia per procurato allarme

Nessun esplosivo sull'auto fermata alla frontiera con la Svizzera, a Gaggiolo (Varese), per la quale è scattato l'allarme. "Ho una bomba in auto", aveva detto il 40enne italiano a bordo del Suv le cui parole hanno innescato il protocollo di sicurezza con tanto di evacuazione di abitazioni e strutture commerciali nell'arco di 500 metri. A quanto emerso, però, non aveva alcun esplosivo in auto e dopo l'intervento degli artificieri nulla è stato "fatto brillare".

La ricostruzione

Quando le forze di polizia lo hanno bloccato l'uomo è sceso dal suo Suv millantando di avere dell'esplosivo nel portabagagli. La Guardia di Finanza procederà ora con gli accertamenti del caso per risalire al movente dell'atto dell'uomo che rischia una denuncia per procurato allarme.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.