Covid a Milano, Ats: "In città strutture di isolamento quasi sature"

Lombardia

"In questo momento le strutture alberghiere sono più o meno piene", ha spiegato Il Direttore socio sanitario di Ats Milano, Rossana Angela Giove, in commissione al Comune. La provincia di Milano ha registrato un incremento di 2.060 casi di cui 1.020 in città

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Milano

 

Sono quasi arrivate a saturazione le strutture messe a disposizione della città, tramite un bando di Ats, per l'isolamento delle persone positive al Covid 19 ma altre sono pronte ad essere messe in campo se ci sarà l'esigenza. 

La provincia di Milano ha registrato un incremento di 2.060 casi di cui 1.020 in città (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE DEL CONTAGIO).

17:00 - In Lombardia 5.697 nuovi casi su 44.231 tamponi, a Milano 2060

Sono 5.697 i nuovi contagi registrati in Lombardia su 44.231 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 934 pazienti mentre in totale i ricoverati con sintomi sono 7.996. In isolamento domiciliare 131.471 persone. Dall'inizio della pandemia sono stati effettuati 3.949.040 tamponi. La provincia di Milano ha registrato un incremento di 2.060 casi di cui 1.020 in città.

16:01 - A Milano anche struttura di isolamento per senzatetto

A Milano con l'arrivo della stagione invernale scatta il Piano freddo del Comune per le persone senza fissa dimora, che quest'anno metterà a disposizione gradualmente, a seconda delle esigenze, un totale di 2 mila posti letto che potranno arrivare anche a 2.700. Per rispondere all'emergenza sanitaria da Covid 19 verrà messa a disposizione la struttura comunale di viale Fulvio Testi 302 che, con la gestione di Spazio Aperto Servizi e il sostegno sanitario di Emergency, potrà ospitare persone senza dimora (15 i posti immediatamente attivabili) con sintomi riferibili al Covid o, se necessario, con difficoltà a mantenere l'isolamento nelle strutture di accoglienza. L'amministrazione sta predisponendo anche altre strutture per l'isolamento, quattro centri socio-ricreativi, nel caso la situazione lo richiedesse. 

13:44 - Trivulzio, incidenza positivi su tamponi sotto 0,5%

L'incidenza "del numero di positivi sui tamponi effettuati" tra ospiti e pazienti del Pio Albergo Trivulzio di Milano "è dello 0,49%". Lo segnala lo stesso istituto nell'ultimo bollettino che riporta i controlli effettuati nella settimana dal 17 al 23 novembre e spiegando anche che il dato del "numero di positivi sui tamponi effettuati" tra il personale "è dello 0,41%". In particolare, nell'ultima tranche di esami sono stati effettuati oltre 400 tamponi sugli oltre 600 tra pazienti e ospiti presenti e sono stati accertati solo due casi di positivi asintomatici. Dal 17 al 23 novembre, comunica ancora l'istituto, "sono stati eseguiti 28 tamponi, di cui 24 a personale sanitario e 4 a personale non sanitario" e solo una persona è risultata positiva. Rispetto "alla pregressa attività di screening - spiega ancora il Trivulzio - si segnala l'introduzione della possibilità di svolgimento della diagnostica attraverso test antigenico, cosiddetto 'tampone rapido", di cui questo istituto vanta già la disponibilità in ragione delle prime consegne ricevute nei giorni scorsi".

12:54 - Calano ricoveri, ospedale Sesto San Giovanni Covid-free

Con la riorganizzazione decisa dall'Asst Nord Milano, grazie anche al calo di ricoveri, è stato liberato da pazienti covid l'ospedale di Sesto San Giovanni. Nei giorni scorsi i pazienti positivi ricoverati nella Medicina dell'Ospedale di Sesto San Giovanni sono stati trasferiti al Bassini di Cinisello Balsamo e viceversa, dopo le attività di sanificazione, i pazienti Covid negativi del Bassini sono stati trasferiti a Sesto. Come si legge in una nota di Asst Nord MIlano, con l'attivazione di un Centro Diagnostico Territoriale Covid a Cologno Monzese, il monitoraggio dei cittadini positivi dei sei comuni di riferimento (Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cologno Monzese, Cusano Milanino, Sesto San Giovanni) da parte del Centro Servizi e l'attivazione ed il potenziamento dei punti tampone pedonali e drive in sul territorio (Sesto San Giovanni, Bresso, Cologno Monzese, Bassini) insieme a una generalizzata riduzione dei casi covid positivi degli ultimi giorni hanno portato ad una minore pressione sui Pronto Soccorsi e ad un minor numero di ricoveri.

11:31 - Sala: "Trasformazione ambientale per creare lavoro"

"Ci sono istanze che stanno nascendo, a livello universale, e non è che prima non esistessero ma oggi sono più forti. Penso a tante cose ma, semplificando, penso che il tema della trasformazione ambientale possa essere importante". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel suo intervento a Jenner Caffè di Legacoop Lombardia. È un tema che "non risolviamo dicendo che verde è bello, ma attraverso una vera trasformazione ambientale si può creare lavoro, impresa e questo è qualcosa che a livello universale sta andando avanti - ha aggiunto -. L'elezione di Biden negli Stati Uniti porterà probabilmente ad un'accelerazione lì e nel mondo di questo percorso. La trasformazione ambientale si associa anche con una rivoluzione digitale che è necessaria, da ex uomo delle tecnologie penso che sia veramente il momento perché ci sono una serie di servizi che ormai sono maturi e che possono trasformare in meglio il nostro modo di vivere e lavorare". Infine, parlando dell'epidemia da Covid, Sala ha spiegato che "mi sforzo di cercare di essere ancora più lucido, oggi ci vuole tanta lucidità, bisogna guardare al giorno per giorno ma bisogna guardare anche al futuro".

11:21 - Sala: "A Milano 3mila morti, ma cambiare adesso è obbligo"

La pandemia dovuta al Covid "ha dimostrato, se mai ce ne fosse bisogno, ancora di più la fragilità dal punto di vista sociale delle nostre città. Certamente io faccio fatica a dire che la pandemia è un'opportunità di cambiamento, avendo avuto 3 mila morti nella mia città, ma è un obbligo il cambiamento e noi adesso dobbiamo accelerare". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel suo intervento a Jenner Caffè di Legacoop Lombardia. "Le città nel mondo stanno pagando un prezzo elevato ed è chiaro che avendo perso turismo, quella vitalità che le caratterizzava stanno pagando pegno, ma io sono convinto che la ripartenza avverrà dalle città - ha aggiunto -, perché hanno le università, la creatività, l'imprenditorialità, l'impegno dei cittadini, quel sale che fa nascere un nuovo modo di vivere la società. Io ci credo e vedo che c'è una parte di opinionisti, di persone dei media, di politici che mettono in discussione il ruolo delle città e parlano di una decrescita". "Io a questo non ci credo ma queste città le dobbiamo trasformare, quindi lavoriamo insieme", ha concluso.

11:16 - Bellinzago Lombardo, 'tampone sospeso' in un centro commerciale

Tamponi gratuiti per le persone e le famiglie indigenti: è il progetto di 'tampone sospeso' ideato dal Centro Commerciale La Corte Lombarda di Bellinzago Lombardo (Milano), in collaborazione con il Comune. I numerosi tamponi che saranno messi a disposizione dal Centro Commerciale potranno essere richiesti ed utilizzati da cittadini che saranno segnalati direttamente a un poliambulatorio privato dal Comune stesso, nel totale rispetto della privacy. L'attività, si legge in una nota, sarà estesa in numerosi centri commerciali attualmente in gestione da Savills: "Siamo assolutamente lieti di poter essere il primo centro commerciale ad offrire il Tampone Sospeso ai nostri clienti più bisognosi - dichiara Roberto Speri, presidente della Corte Lombarda SCARL - La Corte Lombarda si è sempre contraddistinta per la propria vicinanza alle esigenze della cittadinanza; una collaborazione assidua che si è ulteriormente rinforzata dall'inizio della pandemia. Mai come adesso siamo convinti che, nonostante le avversità che stanno colpendo il nostro settore, sia giusto investire nel e per il territorio".

10:49 - Usura: Dda Milano, durante pandemia nessuna denuncia

Durante questi nove mesi di pandemia alla Dda di Milano "non è giunta alcuna denuncia" per usura mentre le indagini evidenziano che in questo periodo vi sono "evidenti interessi" da parte degli usurai "ad acquistare esercizi commerciali a costo vile". Lo ha spiegato il responsabile della Direzione distrettuale antimafia di Milano, Alessandra Dolci, nel corso della presentazione dello studio di Confcommercio Milano, Lodi Monza e Brianza 'La criminalità ai tempi del Covid: quali pericoli per le imprese'. Il magistrato ha sottolineato che il 90, 91% di chi ha risposto alle domande dello studio ha detto che, in caso di tentativi estorsivi denuncerebbe. "Ottime intenzioni - ha detto Alessandra Dolci - vorrei però vedere i vostri associati alla prova dei fatti". Sempre dalle indagini si evince che "ci sono dei commercianti che, nonostante siamo in un periodo di profonda crisi, pagano il pizzo: cifre contenute, 500, 1000 euro ma pagano". Per il magistrato, "denunciare è invece un dovere" e "conviene" perché "la moneta cattiva scaccia quella buona" inquinando il mercato, così come sostiene la legge di Gresham. La mancata denuncia potrebbe inoltre comportare anche conseguenze penali o interdittive.

7:33 - Ats, a Milano strutture isolamento quasi sature

Sono quasi arrivate a saturazione le strutture messe a disposizione della città, tramite un bando di Ats, per l'isolamento delle persone positive al Covid 19 ma altre sono pronte ad essere messe in campo se ci sarà l'esigenza. Tra le strutture utilizzate al momento ci sono hotel e quella che doveva diventare una residenza per anziani al quartiere Adriano e che per il momento viene utilizzata per l'emergenza. "In questo momento le strutture alberghiere sono più o meno piene - ha spiegato Il Direttore socio sanitario di Ats Milano, Rossana Angela Giove, in commissione al Comune di Milano -. L'Hotel Astoria su 70 stanze ne ha 55 occupate, mentre nella struttura di Adriano ci sono 87 stanze di cui 67 occupate, all'Hotel Baviera le 57 stanze sono tutte occupate, all'hub di Linate su 51 stanze ci sono 32 persone a Lodi vecchia le 25 stanze sono tutte occupate. Diciamo che stiamo andando in parte in saturazione del sistema". Rispetto alla prima ondata dell'epidemia, come ha rilevato l'Ats di Milano, il turn over adesso "è maggiore", con dimissioni che avvengono in "maniera più rapida perché non si devono aspettare i due tamponi negativi". Come Ats "abbiamo già espletato dei bandi e abbiamo in graduatoria altre strutture che possono essere attivate nel breve periodo e quindi siamo tranquilli da questo punto di vista". Oggi saranno attivate anche due strutture di questo genere dedicate ai bambini, come già era avvenuto nella prima ondata, e ai disabili.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24