Covid Milano, in un supermercato vietata la vendita di carta igienica nel weekend

Lombardia
Facebook

Accade in un supermercato di Vanzaghello, come segnalato da un cliente su Facebook. Esclusi dalla vendita anche pannolini e assorbenti. La direzione giustifica la decisione affermando che, essendo il loro un supermercato dentro un centro commerciale, secondo la direttiva in vigore nel fine settimana dovrebbero vendere esclusivamente generi alimentari. Bennet: "C'è una nota della Prefettura di Milano inviata la sera del 20 novembre. Abbiamo sin da subito preso atto delle nuove disposizioni"

Carta igienica, prodotti di parafarmacia, tra cui l’igienizzante per mani, e altri articoli di prima necessità esclusi dalla vendita nel fine settimana per via della normativa anti-Covid. È quanto succede in un supermercato di Vanzaghello, nel milanese. A segnalarlo su Facebook è un cliente che, dovendo acquistare carta igienica e altri articoli per i propri figli, si è trovato davanti il cartello che ne vieta l’acquisto, in base a quanto disposto dalla Prefettura del capoluogo lombardo. “Trovo incredibile questa situazione, stiamo rasentando il ridicolo… Non vendere la carta igienica e gli assorbenti in un supermercato aperto non è una regola anti covid, ma una cattiveria gratuita!”, è lo sfogo del cliente affidato al social network. (CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA SITUAZIONE A MILANO)

Facebook

La posizione della direzione

leggi anche

Covid Milano, il Bennet di Vanzaghello riapre i comparti chiusi

Dal canto proprio, la direzione del supermarket giustifica la decisione affermando che, essendo il loro esercizio all'interno di un centro commerciale, secondo la direttiva in vigore nel fine settimana dovrebbero vendere esclusivamente generi alimentari. Tuttavia, secondo verifiche condotte dal sito di Sky TG24, non risulta che il prefetto di Milano abbia bloccato la vendita di prodotti per l'igiene personale, farmacia e parafarmacia all'interno dei centri commerciali nei festivi e prefestivi.

Facebook

La replica di Bennet

Riceviamo e pubblichiamo: "Il punto vendita di Vanzaghello citato è un esercizio Bennet. Contrariamente a quanto da voi indicato, c'è una nota della Prefettura di Milano inviata la sera del 20 novembre. Bennet ha perciò sin da subito preso atto delle nuove disposizioni inviate dalla Prefettura di Milano e questo fatto ha comportato che tutti i punti vendita della provincia di Milano inseriti all'interno di Centri Commerciali nei prefestivi e festivi dovranno aprire solo ed esclusivamente la parte alimentare più l'eventuale parafarmacia e il corner per la vendita dei quotidiani e periodici. I punti vendita di Milano viale Corsica, Milano Rucellai e il punto vendita di Vaprio d'Adda non essendo inseriti all'interno di centri commerciali, potranno invece aprire, anche nei prefestivi e festivi, la parte alimentare e i reparti relativi a tutte le merceologie rientranti nell'allegato a23, come negli altri giorni della settimana".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24