Dà sonnifero al figlio per uscire: condannata a tre anni a Varese

Lombardia

La polizia locale era intervenuta a casa della 46enne, nel Varesotto, dopo una segnalazione di Telefono Azzurro lo scorso marzo. Gli agenti avevano trovato il bambino in stato di semi incoscienza

Una donna di 46 anni è stata condannata dal tribunale di Varese a tre anni di reclusione per abbandono di minore, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. Lo riporta la Prealpina. La madre, di professione badante, aveva dato dei sonniferi al figlio di 10 anni perché dormisse mentre lei era fuori casa.

La polizia locale era intervenuta a casa della 46enne, nel Varesotto, dopo una segnalazione di Telefono Azzurro lo scorso marzo. Gli agenti avevano trovato il bambino in stato di semi incoscienza e lo avevano portato in ospedale, dove i medici avevano accertato l'assunzione di psicofarmaci. La madre si era poi scusata dicendo che così lo faceva dormire mentre era fuori. Il bambino - che appariva malnutrito, sporco e che non veniva accompagnato a scuola - è stato subito affidato a una comunità per minori. L'avvocato della donna, Luca Carignola, ha annunciato ricorso. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24