Covid, a Milano 2.565 nuovi casi di cui 675 in città

Lombardia
©Ansa

Sono 7.633 i nuovi positivi in Lombardia su 38.100 tamponi eseguiti, con un rapporto pari al 20% e in calo rispetto a ieri, quando era del 22%

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Milano

 

Sono 7.633 nuovi positivi in Lombardia, su 38.100 tamponi effettuati. Tra le province più colpite ancora Milano, con 2.565 nuovi casi, di cui 675 a Milano città. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI – MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:11 - A Milano 2.565 nuovi casi, di cui 675 a Milano città

Sono 182 i decessi legati al covid in Lombardia, in una giornata in cui sono stati effettuati 38.100 tamponi andando a scoprire 7.633 nuovi positivi, con un rapporto pari al 20% e in calo rispetto a ieri, quando era del 22%. I guariti o dimessi sono 11.935. Sono 9 i nuovi ingressi in terapia intensiva, 172 negli altri reparti. Le province più colpite sono sempre Milano, con 2.565 nuovi casi, di cui 675 a Milano città; Varese con 1.683; Como con 795; Monza e Brianza con 677. 

16:34 - 80 positivi tra dipendenti Asst Melegnano e Martesana

Tra medici, infermieri, operatori socio-sanitari e amministrativi, ci sono attualmente 80 positivi al coronavirus tra i dipendenti dell'Asst di Melegnano e della Martesana. E' quanto comunica la stessa Asst. Sono 20 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per complicanze da coronavirus, 10 ricoverati a Cernusco sul Naviglio e 10 a Vizzolo Predabissi dove è stato allestito, dalla Protezione civile, un tendone all'esterno dell'ospedale dove vengono eseguiti circa 1200 tamponi al giorno.

15:07 - Artigiano in Fiera: online anche artigiani calabresi

Dall'artigianato al digitale, sono 15 le piccole realtà calabresi che debutteranno sulla piattaforma virtuale di Artigiano in Fiera sabato 28 novembre. Il nuovo format online consentirà agli utenti di conoscere le aziende artigiane, visitarne virtualmente i laboratori e acquistarne i prodotti. "La Città Metropolitana di Reggio Calabria ha colto al volo l'opportunità di poter partecipare ad Artigiano in Fiera, quest'anno per la prima volta in questo format digitale" sottolinea Giuseppe Falcomatà, Sindaco Metropolitano di Reggio Calabria. "La piattaforma è nata insieme alla decisione di confermare l'edizione 2020 di Artigiano in Fiera, qualora ci fossero state le condizioni per realizzarla - spiega Antonio Intiglietta, Presidente di Ge.Fi. Gestione Fiere Spa -. Insieme all'evento fisico, infatti, avremmo comunque realizzato questo strumento digitale in affiancamento alle tradizionali azioni di marketing consentite dall'evento fisico. Impossibilitati a realizzare la fiera, Artigiano in Fiera Live è così diventata un'opportunità reale per mantenere attivo il contatto tra gli artigiani e i nostri visitatori. E vivrà in futuro, anche quando torneremo a realizzare la fiera fisica".

13:58 - Torna 'Fa' la cosa giusta!', dal 20 novembre cento incontri online

La pandemia non ferma 'Fa' la cosa giusta!', la tradizionale Fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, che torna quest'anno per dieci giorni - dal 20 al 29 novembre - ma con un'edizione speciale tutta sul web. Organizzato dalla casa editrice Terre di Mezzo, l'evento prevede un programma culturale di cento appuntamenti in streaming e webinar, con storie di innovatori sociali, imprenditori virtuosi e buone pratiche che cambiano il mondo. "Diamo appuntamento online a tutti coloro che hanno conosciuto di persona Fa' la cosa giusta! , e condividono con noi la visione di un mondo in cui le scelte di tutti contribuiscono al bene comune. Cogliamo l'occasione dell'edizione speciale online per invitare quelli che ancora non ci conoscono, per scoprire insieme i protagonisti e le buone pratiche di chi ogni giorno sceglie di produrre e consumare in modo sostenibile. E contiamo che sarà comunque una festa" spiega Miriam Giovanzana, direttore editoriale di Terre di mezzo. Gli appuntamenti in streaming saranno trasmessi su falacosagiusta.org, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube di Fa' la cosa giusta!, mentre i webinar, tutti gratuiti su iscrizione, si svolgeranno sulla piattaforma Zoom. Dedicato a bambini e ragazzi sarà 'Fa' la cosa giusta! Junior', uno spazio virtuale che raccoglie video-letture dedicate ai più piccoli, spunti per attività pratiche e manuali e testimonianze per imparare a prendersi più cura del pianeta.  

11:38 - Ats Milano: "Lombardia arancione? Accelerare decrescita"

"Sono decisioni che non spettano ad Ats, soprattutto penso spettino al governo. Dal nostro punto di vista abbiamo bisogno di accelerare la decrescita, bisogna che usciamo da questa situazione di crisi degli ospedali nel più breve tempo possibile". Lo ha detto Vittorio Demicheli, direttore sanitario di Ats Milano ai microfoni di Rai News 24, parlando di un'eventuale passaggio della Lombardia dalla zona rossa a quella arancione. Per accelerare la decrescita delle infezioni, "l'unico modo è mantenere ancora per un po' le costrizioni, non solo a Milano ma in tutta Italia - ha aggiunto -. Abbiamo bisogno di scendere rapidamente nel numero di nuovi contagi e, per fare questo, bisogna ovviamente mantenere limitazioni di contatto fisico e di attività sociali ancora per un po’".

11:31 - Galli: “Terapie intensive si svuotano soprattutto con decessi”

"Di morti ne vedremo ancora tanti perché certi processi sono in atto. Le infezione avvenute nei giorni scorsi producono effetti e siamo pericolosamente vicini alla soglia dei 4000 pazienti in rianimazione. Ma purtroppo le terapie intensive si svuotano più con i decessi che per le guarigioni". Così Massimo Galli, direttore dell'Istituto di Malattie Infettive dell'Ospedale Sacco di Milano, durante la trasmissione Agorà su Rai Tre, commenta i numeri dei contagi, dei decessi e dei ricoveri di ieri. "Il tentativo di chiudere meno possibile ci auguriamo di sì e ce lo auguriamo, anche se ha tempi più lunghi del lockdown per vedere l'effetto", ha precisato. I dati di questi giorni "fanno presumere una flessione e fanno pensare che si stia almeno raggiungendo un plateau" ma "i tempi per un risultato robusto potrebbero essere più lunghi". A differenza di marzo, "non siamo stati presi di sorpresa e non ci troviamo davanti ad alcune aree con centinaia o migliaia di casi in atto prima di sapere di averli. Tuttavia, ora abbiamo anche casi in tutto il paese, incluse le aree più fragili dal punto di vista del sistema sanitario”.

11:27 - Ats Milano: “Ricoveri crescono meno ma ogni giorno”

"Potremo dire che le cose vanno meglio quando diminuiranno significativamente i ricoveri, per il momento crescono, meno, ma continuano a crescere ogni giorno". Lo ha detto Vittorio Demicheli, direttore sanitario di Ats Milano ai microfoni di Rai News 24. "La cosa importante è che si riduca la pressione su servizi di cura, sugli ospedali, sulle rianimazioni, in questo momento questi servizi sono ancora molto impegnati - ha aggiunto -. Un plateau nella curva dei ricoveri? Assolutamente si, però con un'infezione in crescita è ovvio che invece che andare a saturazione in pochi giorni, andremo a saturazione in qualche settimana. Però sempre finiranno i letti se continua a crescere”. "L'indice Rt - ha concluso - deve andare abbondantemente sotto 1. Finché è sopra 1, l'infezione cresce e quindi le preoccupazioni restano".

7:11 - A Milano drive-through Linate al via da venerdì

Sarà attiva da venerdì la postazione drive-through per fare i tamponi rapidi allestita dall'Aeronautica dietro l'aeroporto di Linate a Milano. Lo ha reso noto l'Ats di Milano. Giovedì saranno realizzate alcune prove e venerdì si faranno i primi tamponi per poi andare a regime la settimana prossima. La postazione di Linate si aggiunge a quella di via Novara gestita dall'esercito che si occupa in particolare di tamponi rapidi per studenti e personale scolastico.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24