Melegnano, vietava a compagna di uscire e usare smartphone: arrestato

Lombardia

A quanto si è appreso, sin dall'inizio della relazione l'uomo sarebbe stato solito minacciare la donna di morte e insultarla proibendole anche di uscire di casa e di adoperare il cellulare e i social network

Un uomo di 28 anni, residente a Melegnano in provincia di Milano, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Lodi. I carabinieri di Melegnano lo hanno rintracciato ieri contestandogli le accuse riguardanti la sua ex compagna, a cui, secondo le accuse, nel periodo dall'aprile 2019 al settembre 2020 ha impedito di uscire e di usare social e cellulare. L'uomo è stato rintracciato a Carpiano e ora si trova in carcere a Lodi.

Le minacce

L'uomo, un pregiudicato di origini marocchine, a quanto si è appreso sin dall'inizio della relazione sarebbe stato solito minacciare la donna di morte e insultarla "proibendole anche di uscire di casa e di adoperare il cellulare e i social network - spiegano i carabinieri -. Da aprile 2019 però i comportamenti dell'uomo erano diventati sempre più violenti e per questo motivo la donna aveva trovato il coraggio di denunciare ai carabinieri quanto stava subendo riuscendo ad interrompere la relazione".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24