Maltempo in Lombardia, frana in Valtellina: evacuate tre persone

Lombardia
©Ansa

Lo smottamento ha travolto il garage e la legnaia di un'abitazione a Rasura (Sondrio). Il Comune del paese sulle Alpi Orobie ha invitato la popolazione a non uscire di casa, se non per motivi di straordinaria necessità

A causa del maltempo nella notte a Rasura (Sondrio) è caduta una frana che ha travolto parte di una casa. Sotto i detriti sono finiti il garage e la legnaia. Per precauzione sono state evacuate 3 persone. Il Comune del paese sulle Alpi Orobie ha invitato la popolazione a non uscire di casa, se non per motivi di straordinaria necessità. (MALTEMPOLA SITUAZIONE IN PIEMONTEMETEO)

17:52 - Un gruppo di 17 persone isolato nel Bresciano

Un gruppo di 17persone è isolato nella frazione Sant'Antonio di Corteno Golgi, nel Bresciano, dopo che il distacco di una frana con un fronte di circa 100 metri ha interrotto l'unica strada che collega il piccolo centro. Un elicottero dei Vigili del fuoco è partito per recuperare il gruppo.

17:50 - A Como esperimento su 'protezioni' contro esondazione

Oggi per la prima volta a Como vengono montate delle protezioni, o meglio i dispositivi di contenimento, acquistati dalla protezione civile per proteggere il lungolago dalle esondazioni. Per aumentare la lunghezza della barriera è stata chiesta anche la collaborazione del Comune di Monza che ha messo a disposizione ulteriori dotazioni di questo tipo. Si tratta di una sperimentazione che ha lo scopo di contenere i detriti che arriveranno anche nei prossimi giorni permettendo di toglierli più rapidamente quando la piena scenderà e agevolando quindi la riapertura al transito del lungolago Si stima che il livello del lago questa notte possa raggiungere i 140 centimetri, che, senza barriere, spiegano dal Comune, significherebbe l'allagamento di metà di piazza Cavour. "Verificheremo l'efficacia e la tenuta di questi dispositivi nell'attesa che sia completata la realizzazione del progetto delle paratie", ha commentato il sindaco Mario Landriscina ringraziando Provincia di Como, Comune di Monza e tutti i tecnici e i volontari. 

16:29 - Lago di Como arrivato al livello della strada, chiusa una corsia

E' salito e continua a salire il livello del lago di Como. In città è stata chiusa una corsia della strada sul lungolago e vengono montate le paratie in vista di una ulteriore ondata con il probabile allagamento di piazza Cavour, un po' come accade con l'acqua alta a Venezia, dove oggi è stata alzato il Mose. Deviati gli autobus. 

12:25 - Si teme esondazione del Lago di Como

Frane, allagamenti ed esondazione in arrivo nel Comasco in seguito alle forti piogge che cadono ininterrottamente da ieri. Da questa mattina la statale 340 Regina è interrotta tra Argegno e Colonno, sulla sponda occidentale del Lario, per il rischio di frane nell'area che già era stata chiusa la scorsa settimana, mentre decine sono gli interventi dei vigili del fuoco per allagamenti e piante cadute sulle strade. Il livello del lago è salito in maniera impressionante nelle ultime ore: nelle ultime 24 ore è salito di 35 centimetri (20 soltanto da questa mattina) e ha raggiunto il livello di esondazione a Como in piazza Cavour. Questa mattina entravano nel lago 1.800 metri cubi di acqua al secondo e ne uscivano 500.

12:07 - Dieci evacuati per esondazione torrente nel Lecchese

A Dervio, in provincia di Lecco, il torrente Varrone è fuoriuscito e dieci persone sono state evacuate, bloccato il traffico ferroviario. Già nel tardo pomeriggio di ieri, una grossa pianta era caduta sulla ciclabile a Rivabella di Lecco, all'altezza del camping. Nel corso della notte, piante sono state sradicate dal vento a Brivio, Cremella, Monticello, Molteno. A lecco danni al tetto dell'ex scuola elementare di Laorca. A Lecco danni al tetto dell'ex scuola elementare di Laorca. In mattinata le forti piogge hanno causato problemi alla viabilità. Chiuso lo svincolo di Suello (Lecco) per l'ingresso sulla Superstrada 36 direzione Lecco. Sotto osservazione i torrenti: oltre al Varrone a Dervio, anche il Pioverna e il Caldone a Lecco.

11:51 - Isolata la frazione di Vararo nel Varesotto

La frazione di Vararo nel comune di Cittiglio (Varese) risulta isolata, a causa di smottamenti e alberi caduti in seguito al forte maltempo che ha colpito la provincia ieri sera. I vigili del fuoco stanno predisponendo l'impiego dei mezzi aerei per raggiungere la frazione. Tra ieri sera e questa mattina sono stati oltre 130 gli interventi di soccorso tecnico urgente effettuati dai vigili del fuoco di Varese a causa del maltempo in tutta la provincia.

Sono senza acqua potabile, senza energia elettrica e con difficoltà ad utilizzare la linea telefonica gli abitanti della frazione Vararo. I vigili del fuoco, a bordo dell'elicottero "Drago 84" hanno cercato di raggiungere la zona ma non ci sono riusciti a causa del maltempo. A quanto emerso dal sopralluogo, le due strade di accesso alla frazione montana sono impraticabili, nonostante il tentativo di una squadra di vigili del fuoco di aprirsi un varco tra le piante, resa difficile dal forte vento. Al lavoro diversi mezzi meccanici per cercare di aiutare i soccorritori. 

11:33 - Chiuse 4 provinciali in provincia di Bergamo

A causa del maltempo sono state chiuse per motivi di sicurezza o perché interessate da cadute di alberi quattro strade provinciali in provincia di Bergamo: a Val Brembilla, Olmo, Cassiglio, la Mezzoldo-Passo San Marco e a Vilminore. A Camerata Cornello, in valle Brembana, il maltempo ha causato un problema sulla linea elettrica e il territorio è rimasto senza corrente elettrica: l'Enel è già al lavoro per ripristinare il servizio. Diversi in zona anche degli allagamenti. A Cusio una frana si è registrata in località Monte Avaro: interessata una abitazione, la famiglia residente è stata allontanata dalla casa per sicurezza e per verificare i controlli del caso. Chiuso infine un tratto dell'argine del Brembo a San Pellegrino Terme per il cedimento di una parte della costa.

10:31 - Allagate campagne nel Pavese, danni alle risaie

Per la crescita del fiume Sesia, al confine tra Lombardia e Piemonte, riferisce Coldiretti Pavia risultano allagate le campagne tra Palestro e Langosco nel Pavese e si segnalano danni alle risaie: qui il riso ancora da raccogliere è stato sommerso dall'acqua. Alcune cascine al momento risultano isolate e sono chiuse le strade provinciali in area golenale. Il fiume Sesia, sopra di due metri la soglia di pericolo rosso, è uscito dagli argini e ha allagato i campi di questa zona dove si coltiva principalmente riso. Al momento non sembrano esserci sfollati, ma la situazione è ancora in evoluzione. In questo inizio di autunno 2020 - sottolinea la Coldiretti - le tempeste sono praticamente raddoppiate (+92%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con ben 127 eventi estremi tra nubifragi, grandinate, vento forte, tornado, bombe d'acqua che hanno provocato frane ed esondazioni e provocato milioni di euro di danni alle campagne e nelle città. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti su dati dell'European Severe Weather Database (Eswd) dal 21 settembre fino ad ora, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il maltempo ha colpito con manifestazioni violente che - sottolinea la Coldiretti - hanno devastato le campagne dove è in pieno svolgimento la raccolta del riso. Strade rurali interrotte, campi allagati e raccolti di riso distrutti con il lavoro di un intero anno andato perduto nelle aziende agricole.

9:47 - Oltre 100 interventi pompieri a Milano e provincia

Sono stati oltre un centinaio nelle ultime ore gli interventi dei vigili del fuoco a Milano e provincia a causa di alberi caduti o pericolanti e allagamenti di scantinati per via delle condizioni atmosferiche delle ultime ore, caratterizzate da consistenti piogge e forte vento. Osservati speciali i fiumi Seveso e Lambro che in passato sono spesso usciti dagli argini.

9:54 - Frana lambisce una casa, 3 evacuati in Valtellina

Paura nella notte a Rasura (Sondrio) per una frana che, causa il forte maltempo, è scesa a valle investendo in parte una casa. Sotto i detriti è finito un garage e una legnaia. Per precauzione sono state evacuate 3 persone. Il Comune del paese sulle alpi Orobie ha invitato la popolazione a non uscire di casa, se non per motivi di straordinaria necessità.

9:22 - Vento forte e frana nel Bergamasco

Raffiche di oltre cento chilometri orari si sono registrate sopra i duemila metri di quota nella Bergamasca, dove la notte scorsa la temperatura è scesa ai 6 gradi. Il vento ha caratterizzato per tutta la nottata il clima dell'intera provincia: oltre cento millimetri di pioggia sulle Orobie bergamasche. A causa del maltempo stamattina la strada provinciale 24 in località Foppacalda, nel territorio comunale di Val Brembilla, è stata chiusa per una frana: la strada è inagibile come deciso dal Comune di Val Brembilla.

9:14 - Esonda il Sesia, fermi i treni della Torino-Milano

Circolazione ferroviaria sospesa tra Vercelli e Novara, sulla linea della Torino-Milano, dove è esondato il fiume Sesia. Sul posto sono presenti per monitorare la situazione i tecnici di Rfi. Regolare invece il servizio Alta Velocità. Compatibilmente con la viabilità delle strade, Trenitalia sta attivando un servizio sostitutivo con bus.

8:37 – Lecco, si apre voragine a Lecco lungo una ciclabile

Chiusa la pista ciclopedonale in località Rivabella, a Sud di Lecco per una voragine che si è aperta nella serata di ieri e per il crollo di un albero secolare. La polizia locale ha disposto la chiusura della ciclabile. Per fortuna nel momento del crollo non transitavano persone o ciclisti. Il vento e la pioggia che stanno sferzando il Lecchese hanno provocato allagamenti, in particolare nel capoluogo e in Brianza, oltre a disagi sulle principali strade.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24