Coronavirus Lombardia, 257 nuovi contagi in 24 ore. DIRETTA

Lombardia
©Getty

A Milano e provincia sono 78 i nuovi positivi di cui 42 nella sola città. Tra le altre provincie, 41 a Brescia, 31 a Monza, 23 a Varese, 22 a Mantova, 21 a Pavia e 15 a Bergamo. Nessun nuovo contagiato a Sondrio

Sono 257 i nuovi positivi registrati ieri in Lombardia, a fronte di 17.986 tamponi effettuati, di cui 33 "debolmente positivi" e 12 a seguito di test sierologico.

Nel frattempo, in Lombardia sono in arrivo 1,2 milioni di test rapidi per il Covid che serviranno per "la ripresa della scuola" e "per le categorie a rischio come medici e infermieri". Lo ha detto l'assessore al Welfare, Giulio Gallera.

Quarantena per una classe dell'asilo di Pavia, dopo che una bimba di 4 anni è risultata positiva al tampone. Isolamento precauzionale anche per 25 alunni della scuola materna di Mantova. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTIMAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO)

14:57 - Gallera: "Sei bimbi positivi nel Pavese"

Sono sei i bambini trovati positivi su 65 a cui è stato effettuato giovedì scorso il tampone a Pavia. L'assessore al Welfare Giulio Gallera ha spiegato che "nella tenda adibita presso lo Stadio Fortunati di Pavia sono stati effettuati 192 tamponi, di cui 65 a soggetti in età pediatrica, da 0 a 16 anni. Di questi 65, 6 sono risultati positivi: un bambino di 2 anni, uno di 1 anno, due bambine di 5 anni, uno di 11 e uno di 13. Cinque di loro sono residenti nell'area di Pavia e uno nella Lomellina". Una delle due bimbe di 5 anni positiva "inviato dal pediatra di famiglia in seguito a comparsa di sintomatologia, aveva appena iniziato l'anno scolastico presso una scuola materna della città: ATS Pavia ha quindi disposto che tutti i bambini della sezione frequentata si recassero presso l'ambulatorio di Stradella per sottoporsi al tampone, come da procedura". "I familiari sono stati informati e messi in isolamento domiciliare preventivo e sottoposti a tampone - ha aggiunto Mara Azzi, direttore generale dell'ATS di Pavia - I compagni di classe e gli insegnanti e alcuni operatori tecnici, identificati come contatto diretto, sono stati sottoposti a tampone venerdì 11 settembre e nella giornata di oggi presso l'ambulatorio di Stradella". "L'intervento degli operatori di ATS Pavia - cha assicurato Gallera - è stato immediato e efficace e ha permesso di attivare l'indagine epidemiologica per risalire alle persone con cui la bambina ha avuto contatto e di intervenire immediatamente con l'esecuzione dei tamponi a 15 bambini e a 10 adulti, tra insegnanti e operatori scolastici". Si tratta, per la quasi totalità, di casi secondari di contatti positivi in famiglia. Da lunedì nel Pavese, ci sarà un percorso dedicati per i tamponi ai bambini: a Vigevano (presso l'Istituto De Rodolfi) ilunedì e martedì, dalle 7,30 alle 11; aPavia (Stadio Fortunati), mercoledì e giovedì, dalle 7,30 alle 11; e a Stradella (accanto all'ospedale) venerdì e sabato, dalle 7,30 alle 11. "Dobbiamo tornare alla normalità e ciò significa tornare a scuola e a frequentare locali, negozi e giardini pubblici ma - ha aggiunto l'assessore - con intelligenza e con la massima sicurezza soprattutto per la fascia della popolazione più debole, i bambini e gli anziani prima di tutto".

13:54 - Aumentano i tamponi, laboratori in difficoltà

Cominciano a essere in difficoltà i laboratori italiani specializzati nell'analisi dei tamponi: se per tutto luglio e fino a ferragosto eseguivano meno di 50.000 analisi di tamponi al giorno per la ricerca del virus Sars.CoV-2, attualmente la media è salita a 70.000 al giorno, con punte di 90.000. In quest'ottica i nuovi test rapidi in arrivo potrebbero portare un sollievo, ma anche essere fonte di ulteriori problemi. "Siamo overbooking, sotto pressione, e dobbiamo dire no a molte richieste", ha detto all'ANSA il virologo Francesco Broccolo, dell'Università di Milano Bicocca e direttore del laboratorio Cerba di Milano. "È la situazione che stiamo riscontrando al Nord, ma che probabilmente è vera per tutti i laboratori italiani, pubblici e privati, che fanno capo alle unità di crisi regionali", ha aggiunto. Il numero di analisi eseguite aumenta, "ma non raggiungiamo i valori che vorremmo raggiungere", ha rilevato il virologo riferendosi ai circa 400.000 tamponi al giorno che alcuni esperti hanno indicato come necessari per ottenere una buona tracciabilità dei casi. "In sostanza - ha proseguito - siamo a un quarto della produzione che dovremmo raggiungere".

12:42 - Isolamento precauzionale per 25 bimbi materna Mantova

Venticinque bambini di una sezione di una scuola materna di Porto Mantovano sono stati posti in isolamento domiciliare dopo che sei di loro, tra giovedì e ieri, hanno accusato sintomi simil-influenzali. Il provvedimento, fa sapere la scuola, è precauzionale. L'isolamento è stato suggerito dall'Ats Val Padana e durerà fino al momento in cui saranno resi noti gli esiti dei tamponi, attesi per lunedì. Non è la prima volta che l'Ats Val Padana adotta un provvedimento di questo tipo. Nei giorni scorsi altri alunni di altri istituti sono stati posti in quarantena fino all'esito del tampone. Finora nessun positivo è stato scoperto e quindi tutti hanno fatto rientro in classe nel giro di poche ore.

11:04 - Bimba positiva, classe asilo in quarantena

Una bambina di 4 anni che frequenta l'asilo 8 marzo di Pavia è risultata positiva al Coronavirus. La piccola, a quanto si apprende, è stata sottoposta a tampone perché aveva la febbre. Ats (l'ex Asl) e Comune di Pavia hanno già provveduto a mandare in quarantena gli altri 13 bambini di quattro e cinque anni della sua sezione e le maestre, provvedendo alla disinfezione. Il resto della scuola resterà regolarmente aperto.

9:52 - Giulio Gallera: "In arrivo 1,2 milioni di test rapidi"

In Lombardia sono in arrivo 1,2 milioni di test rapidi per il Covid che serviranno per "la ripresa della scuola" e "per le categorie a rischio come medici e infermieri". L'assessore al Welfare, Giulio Gallera, lo ha spiegato in due interviste a La Provincia di Como e a L'Eco di Bergamo in cui ha parlato anche della quarantena se si verificano casi di Coronavirus a scuola. "Scatta - ha sottolineato - per i contatti diretti (familiari e compagni di classe) quando c'è un caso positivo conclamato. Cioè non basta l'automatismo febbre o qualche sintomo uguale Covid, serve la valutazione del pediatra e soprattutto del tampone". Nel frattempo comunque sono in arrivo anche i test rapidi per cui la Lombardia ha costruito una gara con altre Regioni come Emilia-Romagna e Veneto. Si tratta di "strumenti utili" secondo Gallera anche se "l'affidabilità del test è ancora piuttosto bassa, è l'85%". Nel frattempo la campagna per il vaccino antinfluenzale partirà "dalla seconda metà d'ottobre - ha aggiunto - partendo dai soggetti più fragili: donne incinte, immunodepressi, anziani delle rsa, over 65 e bambini". 

8:16 - In Lombardia 257 nuovi contagi

Sono 257 i nuovi positivi registrati ieri in Lombardia, a fronte di 17.986 tamponi effettuati, di cui 33 "debolmente positivi" e 12 a seguito di test sierologico. Torna in calo il numero dei ricoverati sia in terapia intensiva: 27 (-3) sia in reparto 246 (-10). Sono quattro i decessi per un totale complessivo in regione di 16.896. I guariti/dimessi sono 114 in più per un totale complessivo di 77.318, di cui 1.372 dimessi e 75.946 guariti. A Milano e provincia sono 78 i nuovi positivi di cui 42 nella sola città. Tra le altre provincie, 41 a Brescia, 31 a Monza, 23 a Varese, 22 a Mantova, 21 a Pavia e 15 a Bergamo. Nessun nuovo contagiato a Sondrio.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24