Coronavirus Lombardia, Gallera: "In arrivo 1,2 milioni di test rapidi"

Lombardia
©Ansa

L'assessore al Welfare, Giulio Gallera, ha parlato anche della quarantena se si verificano casi di Coronavirus a scuola: "Scatta per i contatti diretti (familiari e compagni di classe) quando c'è un caso positivo conclamato"

In Lombardia sono in arrivo 1,2 milioni di test rapidi per il Covid che serviranno per "la ripresa della scuola" e "per le categorie a rischio come medici e infermieri". L'assessore al Welfare Giulio Gallera lo ha spiegato in due interviste a La Provincia di Como e a L'Eco di Bergamo in cui ha parlato anche della quarantena se si verificano casi di Coronavirus a scuola. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LA SITUAZIONE IN LOMBARDIAMAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO)

Le dichiarazioni

"Scatta - ha sottolineato - per i contatti diretti (familiari e compagni di classe) quando c'è un caso positivo conclamato. Cioè non basta l'automatismo febbre o qualche sintomo uguale Covid, serve la valutazione del pediatra e soprattutto del tampone". Nel frattempo comunque sono in arrivo anche i test rapidi per cui la Lombardia ha costruito una gara con altre Regioni come Emilia-Romagna e Veneto. Si tratta di "strumenti utili" secondo Gallera anche se "l'affidabilità del test è ancora piuttosto bassa, è l'85%". Nel frattempo la campagna per il vaccino antinfluenzale partirà "dalla seconda metà d'ottobre - ha aggiunto - partendo dai soggetti più fragili: donne incinte, immunodepressi, anziani delle rsa, over 65 e bambini".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24