Coronavirus Lombardia, un solo decesso e aumentano i guariti

Lombardia
©Ansa

I nuovi casi positivi sono 44, di cui 14 debolmente positivi e 4 emersi a seguito di test sierologici. Non si registrano contagi in provincia di Lecco e Pavia

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

I nuovi casi positivi sono 44, di cui 14 debolmente positivi e 4 emersi a seguito di test sierologici, su 5.696 tamponi effettuati. Un solo decesso registrato in Lombardia dove continuano ad aumentare i guariti e dimessi per il coronavirus (+86), mentre diminuiscono i ricoveri non in terapia intensiva che sono 160, 2 meno di ieri, stabile invece il numero di pazienti in terapia intensiva (9). Non si registrano contagi in provincia di Lecco e Pavia. Questi i dati diffusi dalla Regione Lombardia.  (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

18:46 – Italo, treni straordinari da Milano per Reggio Calabria

"A partire dal giorno 5 agosto, fino a cessata esigenza, saranno effettuati, in modo stabile, due treni straordinari Milano Centrale - Reggio Calabria (un'andata ed un ritorno) al giorno". È quanto fa sapere Italo secondo cui la misura è stata presa "al fine di ridurre i forti disagi arrecati ai suoi passeggeri dall'immediata e inattesa ordinanza del 1 agosto che ha revocato con decorrenza immediata la possibilità di deroga al distanziamento prevista dal dpcm del 14 luglio". La società, nei giorni 3 e 4 agosto, ha inoltre effettuato un treno straordinario da Roma a Reggio Calabria.

18:36 - Coronavirus, in Lombardia 44 nuovi casi e un decesso

I nuovi casi positivi sono 44, di cui 14 debolmente positivi e 4 emersi a seguito di test sierologici, su 5.696 tamponi effettuati. Un solo decesso registrato in Lombardia dove continuano ad aumentare i guariti e dimessi per il coronavirus (+86), mentre diminuiscono i ricoveri non in terapia intensiva che sono 160, 2 meno di ieri, stabile invece il numero di pazienti in terapia intensiva (9). Non si registrano contagi in provincia di Lecco e Pavia. Questi i dati diffusi dalla Regione Lombardia. I guariti e i dimessi dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono 73.810, di cui 72.348 guariti e 1.462 dimessi. I decessi in tutto sono 16.819.

18:17 - Vescovo ucciso da Covid in Bolivia: spoglie a Bergamo

La chiesa di Verdellino (in provincia di Bergamo) ha accolto questo pomeriggio il feretro di monsignor Eugenio Scarpellini, vescovo 66enne di El Alto (in Bolivia), bergamasco di nascita e morto per Covid lo scorso 15 luglio mentre era in ospedale. L'arrivo è slittato a causa delle procedure doganali a Malpensa. Alle 16.20 il suono delle campane ha accolto la salma nella parrocchiale di Verdellino accompagnata dal parroco don Stefano Piazzalunga, dal direttore del Centro missionario diocesano don Massimo Rizzi. Il funerale è in programma alle 18 di domani nel campo sportivo dell'oratorio e sarà presieduto dal vescovo di Bergamo, Francesco Beschi.

17:58 - Galli: “Seconda ondata non è ineluttabile ma serve cautela”

La seconda ondata pandemica di Covid-19 in Italia non è "ineluttabile" e "non è detto che ci sarà", ma "fondamentali restano la prudenza e la massima cautela". A sostenerlo, a fronte dei numeri in crescita dell'epidemia all'estero con il Belgio che ha già dichiarato l'arrivo della seconda ondata, è Massimo Galli, primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano e past president della Societa' italiana di Malattie Infettive (Simit). "Una seconda ondata nel nostro Paese - spiega l'esperto all'ANSA - potrebbe diventare probabile nel momento in cui si evidenziasse una incapacità in termini di individuazione dei nuovi focolai e di mantenimento delle misure prudenziali adottate". Rispetto alla situazione internazionale, secondo Galli va però sottolineato come "altri Paesi abbiano molto abbassato la guardia in confronto a quanto accade in Italia, adottando atteggiamenti meno attenti". Dunque, una seconda ondata pandemica potrebbe essere evitabile, ma a patto, appunto, di non abbassare la guardia: "Al momento non ci sono elementi scientifici che ci possano far dire che il virus SarsCov2 sia mutato o abbia cambiato caratteristiche e dobbiamo sempre considerare che il contagio continua ad esserci, soprattutto per la presenza dei cosiddetti soggetti 'super-diffusori'". Quindi, conclude Galli, "è fondamentale ribadire la necessità di atteggiamenti di prudenza ed il rispetto da parte di tutti delle misure di prevenzione del contagio".

17:10 - Caso camici, al vaglio interrogatorio di Dini

Non si esclude, dopo la pausa estiva, un interrogatorio di Andrea Dini, indagato assieme al cognato Governatore della Lombardia Attilio Fontana, al direttore generale dimissionario e a una dirigente di Aria Spa, la centrale acquisiti regionale, nell'indagine della Procura di Milano sul caso camici. Stamane il difensore di Dini, l'amministratore delegato della Dama Spa, l'azienda che detiene il marchio Paul&Shark al centro dell'inchiesta e di cui la moglie di Fontana ha una quota del 10 per cento, ha avuto un primo incontro con il procuratore aggiunto Maurizio Romanelli. Da quanto è trapelato dal colloquio informale, inquirenti e investigatori dedicheranno il mese di agosto all'analisi dei documenti e dell'altro materiale raccolto nel corso delle indagini per ricostruire nel dettaglio la vicenda e mettere a fuoco definitivamente quanto è accaduto e ruoli e responsabilità. Dopo di che non si esclude che Dini possa rendere la sua versione dei fatti ai pm. L'imprenditore e il suo legale stanno valutando la possibilità di un interrogatorio a settembre.

13:35 - Fase 3: "ViaColCovid", fratelli in tandem per 1200 chilometri

Un viaggio in tandem di 1200 chilometri, da Milano alle Puglie: è 'ViaColCovid', la piccola impresa di due fratelli milanesi, Andrea e Angelo Lisco, che hanno deciso di lasciarsi alle spalle i mesi di isolamento "per riafferrare il valore della libertà e curarsi con la bellezza". "Il periodo che abbiamo vissuto ha improvvisamente inchiodato i nostri orizzonti alla finestra di casa e ci ha tolto la possibilità di incontrare gli altri. La bicicletta ci è parso lo strumento più giusto per riconquistare questi due valori: paesaggio e socialità", dice Angelo, che ha avuto l'idea e che da dieci anni viaggia in tutta Europa con la sua bicicletta. Per gioco ma anche per esorcizzare la paura, hanno intitolato il loro viaggio 'ViaColCovid'. "È stata anche questa una trovata di Angelo - racconta Andrea - e oltre che divertente per il chiaro riferimento cinematografico, mi è parsa contenere un bel sentimento di speranza". Il percorso di 1.200 chilometri prevede 16 tappe, tra Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Puglia: 36 giorni in totale, di cui 16 di pedalata e 20 di smart working poiché in settimana, dotati di pc e cellulare, i fratelli portano avanti i rispettivi lavori, così come l'emergenza Covid ci ha insegnato a fare. "Siamo pugliesi e da più di venti anni viviamo e lavoriamo a Milano mentre i nostri genitori - raccontano - sono quasi stabilmente a Bari. Quando abbiamo comunicato la nostra intenzione di raggiungerli in tandem, hanno provato in tutti i modi a ricordarci che con l'aereo e il treno ci avremmo messo decisamente meno…". 

11:01 - A Milano da consegna beni prima necessità a mutuo aiuto

Hanno dato vita a un "servizio continuativo di consegna gratuita di prodotti alimentari, igienici e casalinghi, che via via si è trasformato in un rapporto di conoscenza reciproca e di mutuo aiuto. Ora, infatti, chi può viene a ritirare i pacchi nelle nostre sedi, e non è raro che anche chi riceve aiuto si attivi poi nelle consegne". Lo raccontano gli attivisti di Zam (Zona autonoma Milano) e Gta (Gratosoglio autogestita), due centri sociali che durante l'emergenza Covid hanno formato la "Brigata di solidarietà popolare di Milano sud". 

7:17 - In Lombardia 25 nuovi casi e tre decessi

In Lombardia si sono registrati 25 nuovi casi positivi al Coronavirus, di cui quattro 'debolmente positivi' e quattro a seguito di test sierologico. Stabile il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva (nove), in leggero aumento negli altri reparti 162 (più nove). Sono invece stati tre i decessi, che portano il totale complessivo a 16.818. Fra le province, a Milano si sono verificati 12 casi (quattro in città), cinque a Brescia e quattro a Bergamo. Nessun nuovo caso a Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio e Varese.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24