Milano, Sala ricorda Italia-Germania 4-3 e intervista Boninsegna. VIDEO

Lombardia
©LaPresse

Il primo cittadino ha ripercorso la “Partita del Secolo” insieme al numero 20 di allora dal terreno di gioco di San Siro. “Ad entrare in questo stadio ancora mi si accappona la pelle”, le parole dell’ex interista

Cinquant’anni fa, il 17 giugno 1970, allo stadio Azteca di Città del Messico si giocava quella che venne poi definita la “Partita del secolo”, la semifinale dei Mondiali tra Italia e Germania, terminata 4 a 3 per gli Azzurri di Ferruccio Valcareggi. Ed è proprio a questa ricorrenza che il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha voluto dedicare il consueto video sui social, girato per l’occasione sul terreno di gioco dello stadio di San Siro. Insieme a lui, uno dei protagonisti di quella partita: Roberto Boninsegna. (LA FOTOGALLERY DELLA PARTITA)

Il racconto

approfondimento

Italia-Germania 4-3, cosa fanno oggi i protagonisti

“Esattamente 50 anni fa si giocò quella che fu definita la partita del secolo. Ancora oggi, allo stadio Azteca c'è una targa per Italia-Germania 4-3”, le parole di Sala prima di presentare “il numero 20 di allora, Roberto Bonisegna”. L’ex calciatore ha ripercorso quella sfida, dal suo gol fino all’assist per Gianni Rivera, autore del 4-3 definitivo. “Su lancio di Facchetti sono partito in contropiede per andare a calciare. Poi la palla mi si è un po’ allargata e non vedevo bene la porta. Allora ho detto ‘Ci sarà qualcuno in mezzo’. Sono arrivato sul fondo, ho messo la palla indietro ed è arrivato Gianni. Gol”.

Poi, parlando di San Siro, Boninsegna - 171 gol con la maglia dell’Inter, come ha dichiarato lui stesso - ha detto: “Ad entrare in questo stadio ancora mi si accappona la pelle. Il mio gol più bello quello in rovesciata contro il Foggia”. Il sindaco Sala ha poi concluso dando "appuntamento a tutti i tifosi con il campionato che riparte”.

Milano: I più letti